Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
Gattolandia > Vivere Vegan e Cruelty free > Latte...


Inviato da: Shanti il martedý, 04 ottobre 2005 - 18:09
Ogni volta che si parla di veganesimo gli attacchi pi? duri sono verso il discorso carne, per me invece c'? qlc di ancora + grave: il latte non umano.

Molti vegan trovano innaturale per l'uomo mangiare carne, io sinceramente non mi pongo il problema mi dico solo posso vivere in salute senza? La risposta ? si e mi basta, non mi va di arroccarmi in diatribe sulla naturalit? o no della carne e l'evoluzione umana, cavoli degli australopitechi e degli uomini preistorici, noi possiamo vivere bene senza e per me conta solo questo.

Il latte invece pone un discorso diverso...
Ormai ? superprovato (anche dalla medicina tradizionale questa volta) che non consumare latte vaccino o caprino e derivati non d? problemi e pu? essere benissimo sostituito da quello do soya o altro e questa conquista non ? arrivata da discorsi etici, ma da studi nati per gli intolleranti.

Tolto il discorso salute rimane il discorso naturale, cosa per me importantissima.
E' una cosa tanto semplice, ma altrettanto non ragionata da tutti, io per prima che mai ci avevo pensato.
Il latte di un'altra specie ? naturale per i cuccioli e non di un'altra?
La risposta alla fine se si ragiona con logica viene da se ed ? no, non ? naturale, ogni mammifero produce latte per i suoi cuccioli, non per quelli di altre specie e soprattutto cresciuti i cuccioli il latte finisce, perch? per un adulto di qualsiasi specie ? superfluo se non dannoso vedi intolleranze umane e anche animali es. mici.

Se si parla di natura, tutti sappiamo che questa avendo come scopo la persecuzione della specie, fornice al cucciolo e all'adulto tutto quello che pu? servire (in condizioni naturali ovviamente) quindi dopo un tot se il latte finisce alle mamme un motivo c'?.

Perch? bere il latte che la natura destina ai cuccioli delle altre specie?
Se per le uova s'? visto scientificamente che alcune specie es uccelli rubano le uova altrui per cibarsene, con il latte non si riscontra in natura niente di simile.
Certo una cagnolina pu? allattare un micino, ma sono situazioni anormali e generalmente provocate dall'uomo, in natura non esiste assolutamente, men che meno con individui adulti.

L'uomo invece ruba il latte di altri cuccioli non solo per i suoi, ma anche da adulto e addirittura fa nascere, schiavizza e toglie i cuccioli alla madre per ottenerle ancora di +.

Diseducati dalle pubblicit? stile Granarolo o Fruttolo tutti fin da piccoli immaginano le mucche felici e che il latte in pi? venga usato per il consumo umano.

La realt? ? completamente diverse e se esistono queste situazioni sono rare e inapplicabili su larga scala.
Tutti si attaccano al discorso biologico e pascoli di montagna, ma regge gran poco ed ? un bel modo per scaricarsi la coscienza.
In realt? ? logisticamente e praticamente inapplicabile:
1) perch? servirebbero spazi incredibili per produrne tanto quanto quello ora prodotto dagli allevamenti industriali.
2) costerebbe tantissimo e sarebbe un lusso per ricchi perch? spazi e condizioni diverse richiederebbero spese maggiori.
3) cmq la mucca in natura vive in media 20 anni e nei periodi senza cuccioli non ne produce, quindi cmq devono essere fatti nascere dei vitellini che ovviamente finirebbero macellati.
4) per lasciare il latte al cucciolo il latte "avanzato" sarebbe pochissimo e quindi i costi si alzerebbero a cifre assurde.

La realt? ? che per produrre i latte e derivati attuali l'unico sistema che regge ? quello industriale dove il vitellino viene tolto nel 98% dei casi subito alla madre altrimenti si instaura un rapporto e la mucca pu? anche ammalarsi e andare in depressione o impazzire cercando il figlio, cos? viene tolto anche dopo poche ore e messo insieme agli altri vitellini e tutto il latte della mucca finisce per umani.
E i vitellini cosa mangiano?
Alle vitelline che diventeranno mucche da latte va un po' meglio e mangiano dei papponi (nn il latte della mamma ma preparati industriali) nutrienti, i maschietti o le vitelline che cmq finiranno macellate hanno delle pappe con scarsissimo valore nutritivo perch? i bambini viziati e schifiltosi e le care signore a dieta vogliono la carne senza un filo di grassi.
Cos? i vitellini vengono fatti diventare anemici, se vi informate bene rimarrete scioccati dalle loro foto

Questa ? la vita e morte (dopo pochi mesi vengono macellati) dei cuccioli e le mamme dove finiscono?
La mucca in natura vive tranquillamente 20 anni, ma la produzione di latte di una mucca inizia a calare vertigiosamente dopo il 4 anno di et? e cos? gli allevatori la destinano al macello.
Oltre al calo di produzione, sviluppa spessissimo tumori alle ovaie e all'utero e mastiti alle mammelle a causa della mungitura industirale e delle innaturali e continue inseminazioni (? rarissimo che ci sia la monta, ormai tutti provvedono ad inseminarle e per la vostra sensibilit? meglio che non sappiate come).
Quindi anche queste mamme anche se scampate all'anemia indotta e alla macellazione da cucciole, dopo un 3/4 anni finiscono lo stesso scuoiate e macellate per finire sulle tavole o come borsette, scarpe ecc degli umani.

Togliamo il discorso cuoio e carne e rimaniamo sul discorso latte e derivati...
Credete ancora sia cos? naturale e simpatico come alimento?
Vi convincono ancora le pubblicit? con bambini biondi che bevono bicchieroni di latte o simpatici disegni di mucche felici?

E' bello crederci, ma se si vuole aprire un attimo la mente e documentarsi si scoprir? una realt? diversa e orribile tanto quanto quella della carne.
A questo punto di solito uno dice e l'osteoporosi???
Dato che non sono un medico e questo ? un discorso complicato e lungo vi consiglio di leggere www.scienzavegetariana.it dove si spiega bene e scientificamente perch? il mito del latte contro l'osteoporosi ? davvero infondato e come mai i vegani sono meno soggetti a osteoporosi degli onnivori o vegetariani.

Perch? mi fa + arrabbiare il latte della carne?
Perch? la carne in alcune situazioni limite la posso concepire, vedi esquimesi o cacciatori del deserto africano che non hanno altra possibilit? di scelta ( e allora metto sullo stesso piano delle specie carnivore) e cacciano solo quello che serve loro, ma il latte no ? innaturale che una specie crei un sistema di morte e schiavit? e RUBI (perch? ? di rubare che si tratta) il latte ai cuccioli delle altre specie per darlo ai suoi, ma nemmeno in fase neonatale anche dopo quando ormai non servirebbe + e ancora quando ? adulto.
Non trovate assurdo consumare qlc di superfluo che reca cos? tanto dolore?

Ma nel mondo dei media tutto sembra assurdo, quante pubblicit? parlano di naturale parlando di latte, troppi interessi dietro e cos? una grande bugia viene fatta passare come la cosa + innocente e normale.

Forse non interesser? a nessuno sto topic e uno dir? sta scema ? di parte e preferir? chiudere gli occhi e pensare a mucche e vitellini felici, ma dovevo proprio scriverlo, non per me, ma per Loro che mentre scriviamo continuano a soffrire.

Per chi vuole approfondire in modo soft www.saicosamangi.info
Per chi vuole davvero aprire gli occhi consiglio un sito stupendo(forse uno dei migliori e + seri in italia sui diritti degli animali), che ha anche dei bellissimi video (non impressionanti, ma + stile pubblicit? progresso) www.bairo.info

e per chi vuole spalancare davvero gli occhi su tutto il discorso allevamento per latte e carne http://www.bairo.info/follia_umana.html ,
lo sconsiglio a chi nn vuole immagini forti, ma secondo me ? davvero la prova del 9 per capire se si ha un cuore cruelty free o no, solo chi ? insensibile resta onnivoro dopo questo link, ? duro ma riesce davvero a far capire veramente CHI ? quello che viene chiamata carne, latte o uova e cosa c'? dietro, anzi CHI c'? dietro i simpatici pranzetti di un onnivoro.

Inviato da: Bastet il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 08:03
Kikka, io sono d'accordo con te al 100%. i tuoi ragionamenti li faccio anche io adesso, ed ? proprio grazie a post come questo che mi hai fatto diventare vegana.

L'unico tuo difetto ? che.....hai sbagliato forum! In gattolandia molti la pensano come te.

Purtroppo tutto il resto del mondo vede il bere latte una cosa naturale e ovvia. Da quando sono diventata vegana, noto il latte ovunque! Oltre che nei formaggi e nello yogur, anche nei biscotti, merendine, sughi x la pasta, minestre pronte. Ormai il latte ? dentro la testa delle persone ed ? inconcepibile immaginare un mondo senza.

Ieri, mentre discutevo con le mie colleghe, ho spiegato loro del vitellino che veniva portato via alla madre ecc..., ma NON mi hanno ascoltato e si sono messe a RIDERE! Neanche "che scemate stai dicendo"...ma proprio a ridere!! Con gente cos?, cosa puoi fare?

Io continuo ad essere vegana, parlarne come fai tu, e poi proseguire x la mia strada.

Inviato da: kedi il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 08:36
QUOTE (Bastet @ mercoled?, 05 ottobre 2005 - 09:03)
L'unico tuo difetto ? che.....hai sbagliato forum! In gattolandia molti la pensano come te.


Quoto entrambe al 100%!!!!

Coko perch? hai messo un post interessantissimo e spero che altri lo leggano e ne traggano le loro conclusioni.....

Bastet perch? afferma che la maggior parte di noi la pensa come te....





Inviato da: Sabrinik il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 09:19
QUOTE (Cokolada)
Perch? bere il latte che la natura destina ai cuccioli delle altre specie?
Se per le uova s'? visto scientificamente che alcune specie es uccelli rubano le uova altrui per cibarsene, con il latte non si riscontra in natura niente di simile.
Certo una cagnolina pu? allattare un micino, ma sono situazioni anormali e generalmente provocate dall'uomo, in natura non esiste assolutamente, men che meno con individui adulti.


Pur essendo onnivora, facevo il tuo stesso ragionamento qualche giorno fa Cokolada. Il latte viene prodotto dai mammiferi per sfamare i cuccioli ed in natura ? solo quello il suo scopo: alimentare i piccoli appena nati che poi crescendo passeranno ad una alimentazione "adulta".
E' quindi abbastanza insensato che si continui ad assumere latte anche una volta cresciuti quando non ? pi? necessario e per lo pi? nel nostro caso, anche latte di una specie diversa, previsto per alimentare un vitellino! E di una digeribilit? per lo stomaco di un bambino che ? tutta da vedere!!!!

Eppure se tu fai questo discorso a molte mamme, ti guardano con occhi fuori dalle orbite, pronte ad azzanarti come se tu avessi proposto loro di far morire di fame il proprio bambino il quale viene rimpinzato di latte vaccino (con i trattamenti che tu hai detto) fino all'et? del diploma per lo meno.

Pensa solo ai messaggi pubblicitari che ci bombardano ogni giorno **** fetta al latte, + latte meno cacao, merenda al latte, latte arricchito con omega3, 4, 5, 6.....
Quello del latte ? un businnes di milioni per molte industrie con i relativi di posti di lavoro....Pensiamo solo a tutta la catena di persone occupate dal produttore al consumatore.
Ci chiediamo ancora perch? ? cos? largamente favorito il consumo?
In tal senso vi linko delle considerazioni di Grillo a proposito, per chi ancora non lo avesse letto
http://www.beppegrillo.it/archives/2005/03/la_milano_da_be.html
http://www.disinformazione.it/beppegrillo4.htm

Io onestamente non so da dove risalga questa abitudine cos? radicata. Posso ipotizzare che una volta quando c'era pi? povert?, meno scelta degli alimenti, meno consumismo, le famiglie contadine per sfamarsi utilizzassero appunto il latte delle loro mucche e allora l? forse un senso lo aveva, tra l'altro non aveva nulla a che fare con il latte che trovi al supermercato oggi. O forse bisogna risalire ancora pi? indietro....

Inviato da: Shanti il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 15:49
Gi? Sabra ? assolutamente inutile e innaturale, al bimbo serve quello materno e basta, proprio come le altre specie...

Certo alcune mamme non l'hanno allora io proporrei una banca del latte, insomma come si faceva un tempo che chi ne aveva di pi? faceva da balia agli altri, alla fine sarebbe anche + sano per il bimbo...

Tolto il discorso neonati ? davvero assurdo continuare a consumarlo, ma sono cose cos? radicate che per tutti ? assurdo ragionarci, ma qls persona con un minimo di logica non pu? che riconoscere che il latte delle altre specie ? innaturale per un bimbo umano, cos? ? innaturale per un vitello berne uno di tigre...

Il passato ? passato, io non giudico le tradizioni passare, perch? c'erano altre risorse e altre possibilit?, io penso al mondo attuale dove possiamo SCEGLIERE.

La cruda verit? ? che l'uomo ? egoista e bigotto e poco gli importa se quello che consuma ha provocato tanta sofferenza agli animali, non gli frega nemmeno dello sfruttamento umano, figuriamoci animale...

Per? mi dico una persona che si definisce gattofila, cinofila o altro come pu? non essere sensibile verso le altre specie?
Il latte non ha nemmeno tutte le "scuse" e paranoie della carne eppure ? superprodotto e visto ultrapositivamente...

Ste io nn penso sia fuori luogo sto post, l'ho messo nei 3 forum che frequento principalmente e vedremo che ne esce, il punto come pu? una persona che si definisce animalista consumare prodotti simili anche dopo aver conosciuto la sofferenza che nasconde?

Mia madre mi risponde sono un'egoista di merda e me ne frego degli animali, risposta orribile, ma almeno non ipocrita, un'onnivoro cos? non condivido, ma c'? una logica, un animalista che se ne frega cosa ??

Inviato da: Sabrinik il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 16:37
QUOTE (Cokolada @ mercoled?, 05 ottobre 2005 - 16:49)
Certo alcune mamme non l'hanno allora io proporrei una banca del latte, insomma come si faceva un tempo che chi ne aveva di pi? faceva da balia agli altri, alla fine sarebbe anche + sano per il bimbo...


Avevo letto da qualche parte, ma non mi ricordo pi? dove cunsure.gif che le mamme che hanno realmente problemi ad allattare sono una percentuale bassissima, molto pi? bassa di quello che vogliono far credere.
Il pi? delle volte sono problemi facilimente risolvibili con aiuti competenti.

Aiuti che certo le strutture sanitarie "ufficiali" solitamente non danno, anzi, a loro fa comodo scoraggiare l'allattamento al seno per "consigliare" il latte in polvere che qualche "disinteressata" multinazionale sponsorizza loro con donazioni gratuite ai reparti maternit?...Poi i neonati si abituano a quello e del latte materno non ne vogliono pi? sapere

Sono argomenti pesanti...Non tutti sono disposti ad accettarli.

Una delle strategie di maggior successo [...] consiste in forniture gratuite di latte agli ospedali: allattare con il biberon i neonati favorisce l'insuccesso dell'allattamento naturale. Il bambino viene infatti a dipendere dal latte artificiale. Una volta a casa la madre deve comprare il latte da s?. In molte societ? ci? pu? costare pi? della met? dell'intero reddito familiare.

http://disinformazione.it/multinazionali.htm
http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=157

Inviato da: Bastet il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 16:59
Molte volte gli animalisti, o chi si definisce tale, sono selettivi. il gatto no, il coniglio si mangia. il delfino si salva, la mucca si uccide.

L'altro giorno, leggendo il giornalino della LAV, c'era un animalista che si lamentava perch? lui salva le foche ma gli da fastidio che il direttore del giornale favorisca la cultura vegetariana, dice "io faccio il mio dovere ad aiutare la LAV, ma la carne non me la togli".

Gente cos? ? egoista.

io preferisco chi si mangia ogni tipo di animale, e non faccia distinzioni, piuttosto che chi dica "io mando fondi all'ENPA, mi lavo la coscienza e mi mangio il mio bel coniglietto a cena perch? mi piace"

Riguardo ai forum..... Beh, qui lo posso scrivere perch? siamo in pochi e molti di noi sono vegetariani o vegani... Ai gattofili importa poco degli altri animali. E' cos?. I gatti sono dolci, carini, teneri, coccolosi.... il pollo? il pollo ? buono ? si mangia. il prosciutto? ma s?, ? solo una fettina. il latte? ma poi la mucca sta male se non viene munta.

Magari non mangiano conigli nell'altro forum, ma una braciola s?.

Non chiedermi il perch?, non l'ho ancora capito. Forse perch? viviamo con in casa cani e gatti, e non con un vitellino in cortile....

Inviato da: Shanti il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 17:17
QUOTE (Bastet @ mercoled?, 05 ottobre 2005 - 17:59)
Molte volte gli animalisti, o chi si definisce tale, sono selettivi. il gatto no, il coniglio si mangia. il delfino si salva, la mucca si uccide.

L'altro giorno, leggendo il giornalino della LAV, c'era un animalista che si lamentava perch? lui salva le foche ma gli da fastidio che il direttore del giornale favorisca la cultura vegetariana, dice "io faccio il mio dovere ad aiutare la LAV, ma la carne non me la togli".

Gente cos? ? egoista.

io preferisco chi si mangia ogni tipo di animale, e non faccia distinzioni, piuttosto che chi dica "io mando fondi all'ENPA, mi lavo la coscienza e mi mangio il mio bel coniglietto a cena perch? mi piace"

Riguardo ai forum..... Beh, qui lo posso scrivere perch? siamo in pochi e molti di noi sono vegetariani o vegani... Ai gattofili importa poco degli altri animali. E' cos?. I gatti sono dolci, carini, teneri, coccolosi.... il pollo? il pollo ? buono ? si mangia. il prosciutto? ma s?, ? solo una fettina. il latte? ma poi la mucca sta male se non viene munta.

Magari non mangiano conigli nell'altro forum, ma una braciola s?.

Non chiedermi il perch?, non l'ho ancora capito. Forse perch? viviamo con in casa cani e gatti, e non con un vitellino in cortile....



Stefy nn posso che straquotarti!
L'altro giorno ero inkazzata nera, parlavano dei giapponesi come dei mostri perch? si mangiano i delfini e le balene e poi dei koreani con i cani e facevano tutti gli scandalizzati?
Ma io mi dico che differenza c'? tra il delfino e il tonno? Il tonno ? + bruttino e meno simpatico e merita meno rispetto?
E tra il cane e il vitello?

A questo punto preferisco anch'io l'onnivoro che nn fa distinzione almeno ? coerente e nn razzista!

Cmq i peggio spesso di trovano proprio nelle grandi associazioni animaliste, nei canili e nei gattili, si inkazzano a mille contro chi ha la pelliccia e maltratta gli animali da compagnia e poi guai a toccargli la fiorentina o la borsetta di cuoio...

Penso che l'ipocrisia sia peggio dell'egoismo.


Sabra: per il latte si penso proprio che tu ti riferisca alla cara Nestl? che ha avuto il pelo di sfruttare persino le madri poverissime africane, che non mangiavano per comprare la loro merda di latte di in polvere anche se avevano gi? il loro...
Eppure la nestl? vende ancora benissimo perch??

Inviato da: Cubetto il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 18:04
sono d'accordo su tutte le conclusioni fatte... credo comunque che il motivo per cui il latte (e i suoi derivati) sia entrato nella abitudini nutrizionali dell'uomo ? uno solo:

? buono

? vero che potremmo tutti smettere di mangiare carne e bere latte per salvare le mucche dalla loro situazione, ma ? anche vero che nessuno di noi vende il pc o il cellulare per sfamare per un anno un bambino dell'africa...

? cinico dirlo, ma l'essere umano ? la bestia pi? feroce del globo e non solo perch? mangia carne o beve latte...

Inviato da: enrico_vegan il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 18:22
QUOTE (Cubetto @ mercoled?, 05 ottobre 2005 - 19:04)
? buono

? vero che potremmo tutti smettere di mangiare carne e bere latte per salvare le mucche dalla loro situazione, ma ? anche vero che nessuno di noi vende il pc o il cellulare per sfamare per un anno un bambino dell'africa...

? cinico dirlo, ma l'essere umano ? la bestia pi? feroce del globo e non solo perch? mangia carne o beve latte...

Tempo fa lessi una citazione del Dalai Lama che condivido pienamente: l'uomo ? un essere buono e ogni volta che vediamo che viene meno a questa sua caratteristica ci sentiamo male e ci stupiamo, ribaltando quella che ? la verit? e vedendo nero in ogni sua azione.

Il latte ? buono. Il PC serve per lavorare o per svagarsi, il Nesquik ? ottimo al mattino.

E' comodo dire: o tutti e tutto, o niente. Il PC lo uso, ne ho due a casa, per lavoro, ed ho anche altre cose che a prima vista possono sembrare inutili. Ma non riesco, per mia pecca, a farmi una vita da monaco Francescano.

Probabilmente se vendessi tutti gli oggetti di cui posso fare a meno, guadagnerei qualche migliaio di euro e sfamerei qualche bambino (con carne? ma allora...). E poi? come posso continuare a vivere? magari di stenti ma magari facendo molto meno di quello che potrei fare non vendendo niente e continuando a vivere la mia vita in questo modo.

Magari arriver? tra 50 anni a rimanere cos? come sono, in un appartamento, ma dopo aver salvato innumerevoli vite animali ed umane. Magari sar? invece in una villa con piscina e me ne fregher? di tutto il resto.

Solo di una cosa sono certo, delle azioni DIRETTE. Se vendi un PC, voglio vederti ad andare in Africa (non mi fido della maggior parte delle associazioni presenti...) e dare il cibo di tasca tua (ovviamente cibo cruelty free, non avrebbe senso comprare cibo che danneggia la loro economia, quindi vegano) ai bambini affamati. Se invece non mangi carne o non mangi pesce, DIRETTAMENTE non uccidi un essere che RISPETTI (perch? il rispetto ? questo: non mangiare qualcuno quando non ve ne ? la necessit?... sembra ridicola sta frase, se detta a chi si definisce "amante" degli animali).

Se non bevi latte o non ti nutri di prodotti animali, INDIRETTAMENTE puoi risollevare la situazione odierna, perch? il veganesimo si avvicina di pi? ad un boicottaggio piuttosto che ad una scelta di non mangiare cadaveri quale quella che ? il vegetarianesimo. Cos? come, puoi ad esempio evitare di bere il Nesquik alla mattina.

Il problema sostanziale ? l'ignoranza, perch? molti pensano: siamo in questa societ?, in questo mondo, come facciamo a cambiare radicalmente i nostri stili di vita in questo modo senza sconvolgere e peggiorare la nostra esistenza?

Le alternative esistono, lo sbattimento che molti non vogliono fare ? informarsi.
L'informazione c'? ora, su internet (quella affidabile, ovviamente), nei libri, pochissima nei media (tv e radio). Per? informarsi costa fatica.

Quindi si preferisce avere paura di avere delle mancanze morali / fisiche e continuare la propria vita lasciando passare il tempo piuttosto che cercare di migliorare la propria (ma soprattutto l'altrui) esistenza.

Inviato da: Shanti il mercoledý, 05 ottobre 2005 - 21:41
Quoto quello detto da Enrico, Cubetto se si procede per se non si fa mai nulla di concreto...
Inoltre la scelta veg ? proprio rivolta anche a un discorso di terzo mondo e chi sceglie di essere veg generalmente cerca di comprare tutto equosolidale e prodotti che nn vengono dallo sfruttamento nn solo di animali, ma anche di esseri umani...

E' un agire CONCRETO, DIRETTO e IMMEDIATO, poi uno pu? adottare tutti i bambini a distanza che vuole (che ne sai che un veg nn faccia pure quello?), ma i problemi rimangono, un mondo vegano sarebbe un mondo con risorse alimentari accessibili per tutti i paesi, quando si mangia o beve il latte di una mucca, non si fa solo soffrire la mucca e il suo cucciolo, ma indirettamente si ? complici dei problemi alimentari del terzo mondo.

Moltissimi paesi del terzo mondo producono un sacco di vegetali e cereali, ma invece di essere usati per la loro alimentazione sono diretti nei paesi ricchi per sfamare gli animali da carne, moltissimi paesi ricchi nn potrebbero mai produrre tutta questa carne senza importare cereali e vegetali dal terzo mondo, cos? oltre a inquinare, sprecare acqua e far soffrire gli animali con l'allevamento si concorre a sfruttare e a privare di risorse il terzo mondo.

E' comoda dire tanto se nn lo fanno tutti nn cambia nulla, le rivoluzioni nn nascondo dal nulla, ma da delle lotte che prima nascono piano piano e poi si diffondono, altrimenti nn si cambier? mai nulla...

Ognuno nel suo piccolo pu? cambiare la propria vita in senso + etico, pi? persone lo fanno + cambier? la domanda ed ? questa che comanda l'offerta, da cosa nasce cosa...


Questo feroce che dici ? verissimo, ma possiamo scegliere, soprattutto noi paesi ricchi e se tutti cambiassero le loro abitudini e comodit? cambierebbe davvero qlc.
Cmq per i beni di consumo sicuramente bisogna ridurli, io stessa mi rifiuto di spendere + di un tot per vari prodotti ed ? davvero raro che spenda cifre alte per qlc, nn comprer? mai il cel figoso, mi prendo quello dozzinale giusto per chiamare e mandare mes e lo butter? quando sar? muerto ecc, nn comprer? mai le scarpe da 200 euro, ma quelle da 30 e cos? via, ormai sto imparando a spendere sempre meno per me e alla fine i miei soldi finiscono in beneficienza o per la trib? che cmq viene quasi tutta da adozioni...

Piano piano si va avanti e si cerca di imparare come vivere felici senza provocare sofferenza...

Iniziamo dalle azioni dirette come pu? essere diventare veg, cambiamo la domanda di prodotti, compriamo equosolidale e poi piano piano qlc cambier? l'Uomo ? l'Uomo, ma noi singoli possiamo fare scelte ben precise, perch? nn scegliere quelle cruelty free?

Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 08:09
Una mia collega mi ha detto "cosa credi di fare tu? non puoi cambiare il mondo."

Se tutti la pensassero come lei, i neri lavorerebbero ancora nelle piantagioni di cotone, le donne starebbero chiuse in casa, si crederebbe ancora che il sole giri intorno alla terra, ci sarebbe istruzione solo per i pi? ricchi.....invece QUALCUNO ? saltato fuori a dire "no, questo ? sbagliato, bisogna fare qualcosa". E si ? lottato tanto.

La scelta vegana ? una lotta. Lotta contro la sofferenza.

Inviato da: micetta il giovedý, 06 ottobre 2005 - 08:49
QUOTE (Bastet @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 09:09)
Una mia collega mi ha detto "cosa credi di fare tu? non puoi cambiare il mondo."

Se tutti la pensassero come lei, i neri lavorerebbero ancora nelle piantagioni di cotone, le donne starebbero chiuse in casa, si crederebbe ancora che il sole giri intorno alla terra, ci sarebbe istruzione solo per i pi? ricchi.....invece QUALCUNO ? saltato fuori a dire "no, questo ? sbagliato, bisogna fare qualcosa". E si ? lottato tanto.

La scelta vegana ? una lotta. Lotta contro la sofferenza.

Hai ragione Bastet, ed ? bellissimo quello che hai detto. Anke io sto cercando di fare il mio percorso.
Dico solo per? che le grandi battaglie razziali hanno vinto perch? chi lottava per esse non chiamava assassini gli antagonisti, ma cercava il dialogo.
Tu e gli altri vegani in questo forum ho notato che siete sempre molto ben disposti a dare spiegazioni a chi vuole davvero informarsi, ma dovresti sapere che la strada ? lunga difficile, e dovrai tener duro...
Reagire male ad ogni provocazione non far? che peggiorare l'opinione della gente comune sulla vostra scelta.
Comprendo che spesso non ? facile, e scappa la pazienza, ma non esiste nessuna grande conquista dell'umanit? ottenuta demonizzando l'altrui modo di agire. E' destinata a perdere in partenza.

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 09:01
Quoto Micetta.


Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 09:18
E' vero che reagire male peggiora, ma cavolo, io TUTTI i giorni mi sento dire cose tipo "anche la carota soffre quanto tu la mangi, sei un bruca erba, come fai a vivere di sola insalata, ti ammalerai, gli animali sono nati x essere mangiati dall'uomo, ai delle idee stupide" ecc... Dopo un po' anche il vegano pi? tollerante e pacifico, si innervosisce!!

Io rispondo bene a chi realmente vuole informarsi, consiglio siti, potrei anche invitare le persone a cena a casa mia x provare il tofu e il seitan... ma quando scrivono certe cose solo x dare contro, ma che vadano a farsi fo***.......

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 09:39
L'ALTRA DISCUSSIONE, CON IL TITOLO " IL MASSACRO DEI DELFINI" E LA DISCUSSIONE " LE MIE COLLEGHE SONO A DIETA" CONTINUANO QUA.

STIAMO PARLANDO DELLA STESSA COSA IN TRE DISCUSSIONI DIVERSE.

PER CHI VOLESSE LEGGERSI TUTTO DALL'INIZIO:

http://www.gattolandia.com/portale/forum/index.php?showtopic=544

http://www.gattolandia.com/portale/forum/index.php?showtopic=555

Inviato da: yota il giovedý, 06 ottobre 2005 - 09:52
ma scusa mi dici per favore in quale post ho detto:
"fai tanto la vegana e poi uccidi gli insetti quando cammini".
Non ho mai fatto affermazioni ma solo domande !!!!
Ho solo chiesto se la vostra teoria si estende anche agli insetti ritenuti "noiosi" e se ti comporti come il 90% delle persone e senza batter ciglio le uccidi oppure se cerchi in ogni modo di non fargli del male. Sempre come domanda mai come affermazione. Visto che quando lo faccio io il problema non me lo pongo, volevo capire se invece ci fosse un controllo anche in questo.
Mi permetti di cercare di avvicinarmi al vostro modo di ragionare o se uno arriva a 29 anni ormai e' dato per spacciato e non puo' nemmeno lontanamente cercare di capire ???
Io non vi capisco, ma vi accetto e cerco di capirvi.
Tu invece capisci cosa voglio dire ma non lo accetti. Che e' il contrario.
Se vorrete rendermi partecipe e cercare di far capire a una persona che si comporta come la maggioranza che sta sbagliando credo sia un bene, altrimenti poi e' inutile lamentarsi se uno sbotta a ridere e ognuno per la sua strada.
Per questo continuo a chiedere senza ottenere risposta se siete contro la sterilizzazione e la castrazione di un animale e se al vostro gatto l'avete fatta o meno. Non per farvi pesare la scelta in caso affermativo, ma perche' ognuno motivi la sua scelta. Per me e' sbagliato e secondo il modo di pensare vostro (che in alcuni casi non capisco e quindi vi domando) dovrebbe esserlo anche per voi.
Sbaglio ????
Chiedo solo chiarezza per cercare di riuscire a capire, oltre che accettare.

Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 10:44
Io non parlo x i vegani, non sono la portavoce di alcun movimento...dico solo che da parte mia, non uccido gli insetti. Cosa vuol dire "dannoso?" Dannoso x chi? Nell'agricoltura biologica non si usano diserbanti x proteggere il raccolto, ma si utilizzano altri sistemi, ad esempio le coccinelle che si nutrono di afidi.

Riguardo alla sterelizzazione o castrazione dei gatti, io NON lo so cosa ne pensano gli altri vegani. Personalmente, sono a favore, la mia Piccola ? sterilizzata. Perch?? Perch? ci sono gi? tanti gatti nei gattili e x strada, gatti affamati e bisognosi di cure, che senso avrebbe che la mia Piccola facesse i cuccioli, x poi darli a persone che magari la prossima estate li abbandonano?
Magari altri la ritengono una cosa contro natura, ? lo ammetto, la sterelizzazione non ? naturale, ma almeno non si aumenta il numero della popolazione felina sulle strade.

Io posso parlarti x me, x Bastet, x Stefania. La MIA scelta di diventare vegana l'ho fatta dopo aver visto i filmati degli allevamenti, dopo aver capito in che modo venivano trattati gli animali.

La carne mi ha sempre fatto schifo, non ne ho mangiata, ? stata una cosa che mi sentivo dentro fin da piccola, non solo x il fatto di mangiare un essere vivente, ma proprio per una cosa mia dentro. Io piangevo quando mi trovavo lo spezzatino nel piatto perch? mi faceva proprio schifo (e lo davo sempre al gatto).

Poi ho eliminato anche uova e latticini, dopo aver visto in che condizioni erano tenuti gli animali.

Non sono un essere perfetto, sbaglier? anche io,ma cerco di limitare al minimo i miei danni.

A volte per?, sono stufa della gente che mi critica x quello che faccio. Io almeno mi impegno x cercare di fare qualcosa, invece i stare seduta su una sedia e basta [riferito alle mie colleghe].

Ho parlato x me, Kikka e Kedi ti racconteranno la loro versione, anche con pi? tatto che me.

Inviato da: Andrea il giovedý, 06 ottobre 2005 - 10:56
intervengo solo relativamente al discorso della castrazione...
noi abbiamo deciso di castrare sia il nostro attuale micio che quello precedente...
io personalmente ero alquanto perplesso... e sono stato convinto dalle argomentazioni della mia ragazza (miaolinda) e del veterinario...
non per le ragioni elencate da Bastet (che ritengo comunque valide) ma pi? che altro perch? il micio non castrato avrebe avuto la forte spinta ad avventurarsi fuori casa (anche da un appartamento ? infatti possibile sgattaiolare fuori..) esponendosi cos? a numerosi pericoli in un ambiente a lui non familiare....

a un micio della mia ragazza erano ad esempio capitate numerose disavventure... scontri con altri gatti con conseguenti ferite; problemi ad una zampina e alla coda (che gli era stata quasi completamente amputata) in seguito all'essere rimasto impigliato nel motore di una automobile....

nonostante tutto questo... mi sento comunque un po' in colpa... chi mi dice che non sarebbe stato pi? contento correndo tali pericoli ma avendo una vita sessuale come da sua natura....??

mah sono pieno di dubbi (e un p? di sensi di colpa)

Inviato da: yota il giovedý, 06 ottobre 2005 - 11:15
Ok, sbagliavo !! clol.gif

Credevo che nel non far male agli animali rientrasse anche la sterilizzazione che a quanto ho capito dal vostro punto di vista e' una scelta che gli fa del male ma per evitarne alcuni piu' grandi. Effettivamente i problemi che puo' avere un gatto se non sterilizzato credo sono diversi, pero' se mai riusciro' ad averne uno spero di non dover arrivare a cio'. Impedirgli qualcosa mi sembra brutto. Vi chiederete come mai questo mi sembra brutto e mangiare un pollo o un coniglio no, e la risposta e' che anche io non so perche' ma la mia testa nel momento in cui lo mangio non va a pensare all'animale quando era vivo e se ci penso mi rattrista, ma devo ammettere anche che e' dura privarmi di qualcosa che mi piace in questo modo. Se per assurdo si riuscisse ad avere qualcosa da mangiare con lo stesso sapore (ma questo per quanto riguarda solo il mio palato) probabilmente eviterei di farlo, pero' per esempio non credo riuscirei a superare l'esempio zanzara. Mentre invece non mi piace che vengano uccisi animali per fare una pelliccia o per fare scarpe, portafogli ecc.
So che lo riterrete sciocco, ma fondamentalmente e' cosi'. Il mio cervello dissocia alcune situazioni non per etica, ma perche' non me le fa percepire come azioni da assassino come voi mi dipingete.
Sicuramente questo post vi fara' avere una idea che sono un incoerente e rileggendolo mi rendo conto che lo sono e nei miei ragionamenti una logica non c'e' o cmq paragonato alla maggioranza dei vostri dove invece c'e'.
Il problema e' che per me alcuni atteggiamenti (partendo dall'esempio zanzara) non credo riusciro' mai a superarli mentre invece come vi ho detto se avessi un surrogato di carne dal sapore migliore (non e' che mangio poche verdure per scelta ma e' che il loro sapore in alcuni casi non mi piace proprio) magari sarei il primo a usarlo.


Inviato da: Shanti il giovedý, 06 ottobre 2005 - 12:48
Se le tue domande erano davvero pura curiosit? ritiro tutto, purtroppo il 99% degli onnivori lo fa per prenderci per il culo..

Allora come ti ha detto Bastet non c'? un vero e proprio noi vegano, non siamo un movimento unitario, ma tante persone che hanno fatto la stessa scelta, quindi ti posso ripondere da Kikka vegana, non a nome di tutti.

Io ritengo la sterilizzazione per la situazione attuale ASSOLUTAMENTE necesessaria, se non ci fossero animali domestici o in cattivit?, ovviamente al cosa migliore sarebbe che seguissero la natura e mai pi? dovremmo prenderci la briga di sterilizzare...

Ma la realt? ? diversa e non sterilizzare significherebbere far nascere cuccioli che non avrebbero la possibilit? di trovare casa e favorire tumori ecc.
I miei animali sono tutti sterilizzati tranne Ciompi, l'unioco cane maschio, che non esce, ha 13 anni e cmq le altre 3 f sono tutte sterilizzate.
I mici e i nigli sono tutti sterilizzati o quelli che nn hanno ancora l'et? lo saranno a breve.
In liena di massima non ho mai conosciuto vegan non favorevi alla sterilizzazione, ma io posso solo parlare per me e Punkrazio.
Nel mio ideale la sterilizzazione sarebbe, inoltre, utile a ridurre drasticamente (mai mi sognerei di abbatterli) il numero degli animali divenuti ex da carne, di modo che una volta ridimensionato il numero, possano vivere in riserve naturali proprio come le specie selvatiche protette.


Cmq mi spiace di aver frainteso, ma se leggerai un po' di materiale veg e siti scoprirai quante volte domande simili vengono poste solo per provocare o prendere in giro la nostra scelta.
Non sei affatto spacciato, anche perch? nn ? che noi siamo meglio o altro, ? semplicemente un discorso di controinformazione e purtroppo le persone che vogliono aprire gli occhi o anche solo sentire un'altra campana sono davvero poche, se sei tra queste non posso che esserne strafelice!

Per il discorso qlc di simile per la carne c'? il seitan, per latte e derivati ci sono mille surrogati e se vuoi ne parliamo, gli unici senza equivalente sono il pesce e le uova, anche se per? esistono maionesi vegane ecc insomma bene o male si pu? cucinare quasi qls piatto in chiave veg.

L'atteggiamento zanzara ? l'ultimo dei problemi anche perch? se vuoi, almeno nella mia ottica se la scacci ? legittima difesa, non ? che se sono nella savana e un leone mi vuole mangiare non sparo, non sono masochista, se c'? un attacco uno pu? anche difendersi per? ci sono modi diversi..
Anche perch? il discorso spry e schifezze varie ? anche ecologico dato che ? tutta roba chimica!

Gli animali da carne invece non ? che ci attaccano o altro, sono assolutamente innocenti e gli ultimi esseri che potrebbero farci del male essendo bene o male tutti erbivori, quindi la legittima difesa proprio non esiste...
Quando si diventa vegani non ? che da un giorno all'altro devi cambiare tutto o devi farlo per qlc o perch? i veg fanno cos?...

E' lo stesso principio del buddhismo: se devi fare del bene o qlc di buono non ? perch? c? un dio severo o una realt? religiosa e sociale che ti cazzia se sbagli, ma ? una tua libera scelta nata dalla tua mente e dal tuo cuore.
Se fai del bene ? perch? vuoi farlo, perch? ci credi, perch? ami, se non lo fai nessuno ti far? nulla, ? una cosa tua, solamente tua.

Il tuo passaggio mentale che ti fa dissociare il niglio dalla fettina di carne, di fatto non ? davvero colpa tua, ma della tradizione, della cultura, del concetto di normalit? e di alienazione inculcata fin da piccoli.
C'? una vera e propria opera di allontanamento dalla realt? aiutata dalla pubblicit?, dalla forma in cui viene proposta la carne ecc.

Anch'io prima ero cos?, il salto me l'hanno fatto fare i miei nigli.
Quando inizi a conoscere davvero gli animali da carne, a vederli liberi, vivi, correre e giocare, quando li coccoli e senti i loro corpicini dormire sulle tue gambe, allora il niglio scuoiato nel frigo, non sar? + carne, ma un niglio accucciato senza pelle, un niglio che prima era proprio come i tuoi.

Una volta che fai il salto, inizi a vedere cos? tutti gli animali, prima magari quelli + simpatici e carini e inizi a chiamare vitello e mucca la bistecca, poi arrivi anche al pesce + bruttino e inizi a immaginarlo libero nel mare invece che agonizzante sul bancone mentre soffoca dal pescivendolo...

E' un processo che per qlc ? immediato per qualcun altro no, qlc ha la fortuna di avere animali da carne diventati da compagnia e quindi risulta + facile, ad altri serve molto + tempo e questo va rispettato.

Ma poi, quando nel cuore non esiste + la carne, il manzo o il pollo, cambia tutto e quando vedi questi corpicini nei freezer del market o nei piatti degli altri per un attimo chiudi gli occhi e immagini questi animali prima, quando avevano la pelliccia o le squame, quando avevano ancora un viso... e arriva una morsa al cuore cos? forte e devastante che vorresti fare una strage di onnivori e metterci loro al posto degli animali..
Ma poi capisci che la violenza non servirebbe a nulla e per chiedere rispetto e non violenza, bisogna anche saper perdonare e fare il possibile per far aprire il cuore a + persone possibili.

E' utopistico, per? ? anche vero che fino a qlc anno fa era impensabile trovare prodotti per vegan o equosolidali e ora invece si diffondono sempre +: l'offerta risponde alla domanda e solo facendo crescere la domanda si potr? cambiare qlc.

Tutte le rivoluzioni partono da piccole cose e questa ? una rivoluzione nel nome degli animali da carne per richiedere diritto alla vita, al rispetto e soprattutto alla libert?.

Quello che pi? mi sconvolge ? la schiavit? animale, anche la preda del leone muore, ma almeno fino all'ultimo ha vissuto libera secondo natura, ha corso, ha volato, ha conosciuto la libert?, ma gli animali degli allevamenti no oltre a nascere e morire secondo i gusti umani, non conosceranno mai la libert?.

Questa cosa me l'hanno insegnata Pinkie3zampe e Pinkiesorda due nigliotte ex fattrici che ho tolto a un allevatore, purtroppo non sono sopravvisute che pochi mesi erano ridotte troppo male (malattie mai curate, cancrene, pasteurellosi) dopo 4 anni di sfruttamento, ma voi non potete capire quanto ? stato emozionante e meraviglioso vederle scoprire la libert?.

L? dall'allevatore erano immobolizzate nemmeno in una gabbia, ma impilate in strutture verticali grandi come loro e bloccate di modo che potessero solo mangiare e giusto messe in piccole gabbiette quando partorivano, quindi non sapevano nemmeno cosa volesse dire camminare o altro.
La riabilitazione ? stata lenta perch? avevano le ossa e i muscoli quasi trasparenti e la prima avea la falange nuda e cancrena varia (poi amputata zampina), ma piano piano in giardino hanno reimparato a camminare, correre e saltare e non vi dico quanto erano felici e stupite quando hanno scoperto cosa sono un prato, l'erba e i fiori!
E' stata una delle cose + emozionanti a cui abbia assistito e da l' ho capito che il vero orrore non sta solo nel dolore e nell'uccisione, ma anche nella prigionia e schiavit? e qualsiasi uomo che abbia cara la libert? non pu? non capire...

Per questo a volte siamo cos? fomentati a parlarne, io mentre penso a tutti gli altri che sono ancora rinchiusi e tutto per una cosa che potrebbe essere eliminata, a volte mi sembra di impazzire di sentirli, mi immagino le altre Pinkie che sono ancora l? a soffrire e che non potr? mai salvare e tutti gli altri animali che silenziosamente vivono la loro breve e misera vita e se ne vanno in modo brutale senza mai aver conosciuto altro che quell'inferno...

Meglio che mi fermo qui perch? sto troppo male, se ci sono altre domande risponder? + che volentieri.

Inviato da: yota il giovedý, 06 ottobre 2005 - 13:43
Beh non ti nascondo che queste cose fanno tenerezza anche a me, questa estate sono stato in vacanza al paese della mia ragazza per 4-5 gg e la situazione animali non era cosi' estremizzata. Cioe' i pascoli sono "pascoli" e gli animali sono liberi di brucare, i conigli vengono lasciati liberi in un'area decisamente grande. Lo scopo finale essendo cmq allevamento chiaramente non ti piacera' ma non sono maltrattati e cmq si riesce a vivere piu' a contatto con gli animali stessi. E devo dire che mentre molte persone si sevgliavano la mattina nervosi perche' alle 6 la mucca tutte le mattine muggiva mentre mangiava io invece iniziavo a ridere fin dalle sei di mattina perche' affacciandomi la vedevo sotto casa...e ti assicuro che guardarla alle 6 mentre mastica e' troppo curioso. Altra situazione simpaticissima e' stata incontrare in acqua in egitto una tartaruga gigante di mare perche' e' difficilissimo vederle in quanto al minimo rumore fuggono. E il dugongo (delfino con il muso simile alla balena di una grandezza simile a una 500), e tantissime altre specie viste solo nel film Finding Nemo. Pero' e mi spiace dirlo, vado matto per i calamari fritti....o per le salsiccie, ma sono convinto che se trovassi alternative valide magari soffrirei meno al distacco. Ad oggi non vivrei vista la mia scarsa attitudine alle verdure. Potrei digiunare mesi se avessi solo broccoli e carciofi davanti. Quindi passo alle mie tanto care domandine:
Dove trovo alimenti che possano farmi cambiare idea ???? Provare non costa nulla, quindi xke' no ?

Vi faro' sapere cosa ne penso da onnivoro quale sono, ma non dal cuore di pietra e se faranno al caso mio provo a fare qualche passo verso quello che ora definirei un miracolo...

Inviato da: yota il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:01
QUOTE (Bastet @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 11:44)
Cosa vuol dire "dannoso?" Dannoso x chi?

Niente da fare...con te non ci capiamo.
Dove ho scritto dannoso ??!?!??!?!?!?!?!
Aiutami a trovarlo. Non e' che hai letto "noioso" e hai pensato di aver letto "dannoso" ???? In quel caso parti un po' prevenuta......

Cmq, credo che l'evitare di scrivere vadano a farsi fottere omettendo TTERE e mettendo $%& sia la stessa cosa. e facendo cosi' per prima cosa si insulta la gente (e nessuno te ne da diritto) seconda cosa parlare di essere cosi' rispettosi ma il rispetto mi sembra evidente che c'e'... e se non hai rispetto per i tuoi "simili" figuriamoci il resto.
Non mi permetterei mai di criticare il vostro modo di fare, anzi e' una scelta rispettabilissima, difficilissima, per alcuni tratti i conti non mi tornano come credevo (vedi la castrazione/sterilizzazione) ma anche la mia e' una scelta e se anche venisse reputata sbagliata da tutto il mondo resta cmq una scelta.
Non voglio creare polemiche ma tentare di cercare di capire una persona che la pensa diversamente e agisce seguendo regole diverse. Se capire o tentare di capire queste regole puo' sembrare banale e fa si che uno debba sentirsi dare dell'assassino gratuitamente allora credo che non sia chiaro il concetto di razzismo a cui molte volte si fa riferimento....


Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:06
Yota, il tuo discorso lo fanno in molti. Tu non sei un assassino quando mangi carne, ma favorisci la tortura e lo sfruttamento.
Il leone si nutre della gazzella, ma non la rinchiude in una gabbia stretta, la tortura e poi se la mangia.

Se tu non capisci il mio punto di vista, io non capisco il tuo. Perca la volpe ? bella e non si deve uccidere x fare pellicce, mentre il tacchino ? un animale stupido e inutile e si pu? mangiare? Se quale base?

Parli di "sapore". La carne ? buona e la mangio. Ok, ma perch? x un puro piacere bisogna TORTURARE altri esseri viventi? Se vuoi fumare, lo fai x conto tuo, ti prendi il cancro e sono affari tuoi, ma se mangi carne, ci vanno di mezzo milioni di esseri viventi che soffrono.

Io non li conosco e adesso non ho tempo x cercarli, ma la Kikka credo che potr? elencarti dei link con i video dei macelli. Io ho pianto quando li ho visti....

Inviato da: Shanti il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:07
Vedi i pochi allevamenti non industriali ovviamente non li metto sullo stesso piano di quelli industriali.
Il punto base, come hai intuito ? che cmq ? sfruttamento e cmq la fine ? la morte, per? sicuramente la situazione non ? grave come in quelli industriali.
Anche lasciando perdere il discorso sfruttamento sarebbe impossibile anche una soluzione di quel tipo.

Il problema ? pratico, spaziale ed economico.
Per produrre carne a basso prezzo e quindi accessibile a tutti l'unico modo fattibile ? quello industriale, gli altri richiedono troppo spazio e troppi soldi e farebbero alzare vertiginosamente il prezzo della carne.
Nei secoli scorsi, infatti, quando l'allevamento era per lo pi? di quel tipo la carne costava molto ed era un privilegio da ricchi, stesso discorso poi col terzo mondo, se ora l'occidente pu? sprecare carne e produrla a questi ritmi ? proprio perch? esistono i paesi poveri che 1 la consumano pochissimo 2 producono cereali e vegetali sufficienti a sfamare i grandi allevamenti occidentali.
Quindi anche togliendo il discorso sfruttamente rimane cmq impraticabile su larga scala.


La bella esperienza che hai fatto sicuramente potr? esserti d'aiuto nel ridare una soggettivit? a chi sta nel piatto, togliendo l'aspetto di oggetto, cosa prodotto che tanto lo fa sembrare lontano dall'animale.

Per darti un po' di coraggio ti dico che io come onnivora adoravo in modo assurdo pesce e crostacei, le carni selvatiche e in modo patologico il latte e i latticini...
In pi? ho sempre odiato le verdure, infatti ancora oggi mia madre quando mi vede mangiarle serena non riesce a capacitarsene...

Per prima cosa non devi immaginare che viviamo di insalate o radici, ma semplicemente prendere il tuo meno abituale e riaddattarlo in chiave vegan, magari se ci dici i tuoi gusti e abitudini possiamo aiutarti meglio a farer questa prova...

Per la reperibilit? di prodotti in che zona vivi? In linea di massima in qls Natura S? si trova tutto tutto, poi in molte zone anche in altri negozi, io trovo seitan, tofu ecc tranquillamente al bancone frigo biologico dell'iper e costa pure meno del Natura S?...

Per prima cosa potresti provare il seitan, magari facendolo come rag? o in polpette e poi il latte di soia facendo attenzione a scegliere bene la marca perch? il sapore cambia tantissimo da marca a marca, io compro sempre all'iper il vitasoya (a lunga conservazione) e ne sono quasi drogata:P
Per cucinare esistono alternative cruelty free di quasi tutto dalla mayonese, alla margarina vegetale, alla besciamella vegetale, panna vegetale, alla vegetella (nutella vegetale), insomma si pu? cucinare allo stesso modo solo che il tutto risulta + leggero, non fa ingrassare (a meno che ti spari fritti tutti i giorni) e zero colesterolo.

Per informarti meglio dai un'occhiata prima di tutto al sito + tranquillo e nn aggressivo e semplice da capire: www.saicosamangi.info

per informazioni su salute, come mangiare equilibrato senza carenze e perch? la dieta veg ? sicura e salutare: www.scienzavegetariana.it

Per il discorso etico www.ebasta.org

Per mille ricette di antipasti, primi, secondi, piatti unici e dolci senza sofferenza, leggeri e zero colesterolo: www.vegan3000.info

Poi con calma se hai tempo fammi sapere che pensi, per qualsiasi altra domanda siamo qui ;)



Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:15
Sempre x Yota:
scusa, ma davvero i tuoi post mi fanno innervosire, perch? le cose che scrivi le ho sentite un miliardo di volte e mi chiedo come la gente possa fare SEMPRE le stesse domande e le stesse considerazioni. Siete fatti tutti con lo stampino?
Cosa vuol dire mangiare solo insalata e carciofi?

Io ed Enrico mangiamo un casino, e da quando viviamo insieme l'insalata l'abbiamo mangiata solo 2 volte!

Voi pensate NIENTE CARNE = SOLO INSALATA, ma non ? cos?.

Ci sono tantissimi alimenti, ad esempio le bistecche di soia sono uguali a quelle di carne, oppure il seitan, o il tofu da usare nelle preparazioni al posto del formaggio....? solo che la gente non ha voglia di BATTERSI.

E' pi? comodo aprire una scatoletta di tonno, che cucinarsi il seitan.

Davvero, io vorrei invitarvi a cena e poi vediamo se non uscite da casa con la pancia piena.....

Inviato da: Shanti il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:20
E allora invitalo, ma in modo + amichevole Ste!
Dai se leggi bene vedrai che non ? uno dei soliti che prendono in giro, poi dai pregiudizi e i luoghi comuni ci siamo passati tutti, ? colpa della cultura/tradizione/consuetudine...

Ora vediamo un po' che gusti ha e che mangia abitualmente cos? cerchiamo ricette che potrebbe provare!
Cmq vegan3000 ? davvero un pozzo di ricette io non sono ancora riuscita a provarle tutte!

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:22
Yota, il discorso che fai ? simile al seguente (tu stesso l'hai ammesso)

"Non voglio pensare all'animale prima che era morto, perch? ora ? un prodotto qui nel piatto. Se trovassi qualcosa di pi? buono lo mangerei".

Non hai mai pensato quanto possa essere buona la carne dei bambini, imbottirsi di eroina o l'adrenalina nelle follie omicida? Pu? darsi che queste esperienze (ne parlo da puro ignorante) portino piaceri immensi.

Nell'altro piatto della bilancia per? devi guardare il prossimo, ovvero, chi le subisce.

Le alternative della carne esistono, e sono anche meglio. Io e Bastet siamo reduci da un piatto gigantesco di bistecca vegetale (assicuro, meglio di una qualsiasi bistecca carnivora) con contorno di minestra e zuppa. Ieri con contorno di crocchette, patate al forno e patatine fritte (e decorazioni con salse varie :P).

Per quanto riguarda le domande per capire chi sono i vegan, perch? sono tanto diversi e perch? han fatto delle scelte, il discorso mi sembra abbastanza strano.

Personalmente, se dovessi informarmi sulla religione musulmana, non andrei da un gruppo di musulmani a chiedere chi sono cosa e perch? fanno. Ma mi informerei prima da fonti attendibili (www.veganitalia.com / www.veganhome.it / www.scienzavegetariana.it / www.saicosamangi.info su web, altrettanti cartacei) per conoscere le linee guida generali di questo stile di vita, poi magari chiederei ad ognuno i dettagli della sua singolare quanto soggettiva scelta. Oltretutto, le incoerenze potrebbero esistere, e sicuramente esistono. Ma non bisogna appoggiarsi a quest'ultime per abbandonare l'idea e continuare a vivere la propria vita (magari a danno del prossimo) fino a quando non ci si imbattein uno stile di vita perfetto.

Inviato da: Cubetto il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:25
purtroppo ? un disaccordo irrisolvibile... io no credo che il 99% degli onnivori vi prenda per il c**o.

Purtroppo mentre gli onnivori ascoltano e accettano la vostra scelta anche a volte non capendola (in realt? "chissenefrega" fate un po' quello che volete...), i vegani non accettano la scelta dell'onnivoro... l'onnivoro per voi sbaglia e quindi ? normale che alla fine l'onnivoro sentendosi additato si possa innervosire...

D'altra parte se incontrassi un debosciato che picchia la moglie e i bambini e che mi dice: "no no non ti preoccupare... non ti considero sbagliato perch? non picchi i tuoi figli... tu puoi fare quello che vuoi... puoi anche trattarli bene" riuscirei ad accettare il suo essere "diverso" da me tanto quanto io sono diverso per lui?

Se per? lo caccio malamente e gli dico che ? un debosciato sicuramente non la prenderebbe bene...

Inviato da: Andrea il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:28
vorrei fare una domanda a coloro che sono vegani/vegetariani...
(io sono onnivoro...)
supponiamo che un giorno nel nostro paese vi fosse una maggioranza vegana/vegetariana (cosa che ritengo auspichiate)...
sareste favorevoli o sfavorevoli a una politica di tipo probizionista nei confronti del mangiare carne, uova, prodotti caseari, ecc?
e riguardo a una politica proibizionista relativamente alla produzione/utilizzo di indumenti quali capi in pelle o pelliccia?
insomma la mia curiosit? ?: che normativa emanerebbe un Parlamento composto in maggioranza da vegani? sceglierebbe una linea proibizionista o una linea pi? liberale?

? solo un gioco di fantasia... chiamiamolo di fanta-politica ma sono curioso di conoscere le vostre risposte...

Inviato da: yota il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:29
QUOTE (Bastet @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 15:15)
perch? le cose che scrivi le ho sentite un miliardo di volte e mi chiedo come la gente possa fare SEMPRE le stesse domande e le stesse considerazioni. Siete fatti tutti con lo stampino?
Cosa vuol dire mangiare solo insalata e carciofi?

Le avrai pure sentite miliardi di volte, ma io le ho fatte una volta sola...
Ed e' la prima volta che mi avvicino a una realta' del genere.
Quello che tu hai sentito miliardi di volte io non ne ho fatto quasi una ragione di vita e una battaglia che porto avanti come voi, e portare avanti qualcosa di queste proporzioni, cioe' sconvolgere la catena alimentare di un individuo adulto non e' cosa semplice. Quello che a te appare scontato credo che anche tu te lo sia chiesto le prime volte, e cosi' gli altri. Eppure sono sicuro che anche tu quando sei diventata vegan hai chiesto le stesse cose a chi gia' lo era. ERI FATTA CON LO STESSO STAMPINO MIO ????
Perdonami ma mi risulta difficile che ti abbiano fatto un discorso come quello di Cokolada: perche' non diventi vegan ???
e tu: "ok da oggi in poi lo faro' " come se fosse cosi ' facile come chiamare un ascensore.
Purtroppo non e' un interruttore che accendi e spengi a comando, o almeno tentarlo non lo sara' per me visto che praticamente le verdure le assaggio raramente. A me costera' non poco sforzo anche il tentarci, se poi per voi e' stato facile come bere un bicchiere d'acqua.....beh, beati voi.

Inviato da: micetta il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:33
QUOTE (Bastet @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 10:18)
E' vero che reagire male peggiora, ma cavolo, io TUTTI i giorni mi sento dire cose tipo "anche la carota soffre quanto tu la mangi, sei un bruca erba, come fai a vivere di sola insalata, ti ammalerai, gli animali sono nati x essere mangiati dall'uomo, ai delle idee stupide" ecc... Dopo un po' anche il vegano pi? tollerante e pacifico, si innervosisce!!

Io rispondo bene a chi realmente vuole informarsi, consiglio siti, potrei anche invitare le persone a cena a casa mia x provare il tofu e il seitan... ma quando scrivono certe cose solo x dare contro, ma che vadano a farsi fo***.......

Ti capisco, anke io come te spesso sono un po' impulsiva e tendo a mandare a quel paese le persone che ai miei occhi sembrano esasperanti.

Ma ? sbagliatissimo, ? un'arma a doppio taglio. Reagendo cosi darai modo all'interlocutore di aggredirti sempre pi? con nuove accuse, e non ? questo che vuoi, vero?

Come con le colleghe... Impara ad usare un 'arma decisamente migliore: l'ironia!
Io con chi mi attacca, su qualsiasi fronte, uso molto il sarcasmo, che sbaraglia chi sta dall'altro lato e in qualche modo lo costringe a riflettere!

Questo ovviamente per quanto riguarda le colleghe.
In questo forum credo che nessuno ti abbia attaccato, ma probabilmente tu sei nervosa per l'ambiente nel quale ti tocca convivere ogni giorno e in qualche modo sei portata a sfogarti qui. E' umano, normale, comprensibile.

Non fare per? di tutta l'erba un fascio. Molta gente, come me d'altronde, anke se onnivora, ? qui per informarsi e per imparare, e voi mi siete molto utili in questo momento in cui sto facendo delle scelte alimentari; ti confesso per? che certi atteggiamenti aggressivi allontanano anke chi ? davvero intenzionato a seguire un percorso.
Io personalmente non amo sentirmi giudicata, da nessuno, per quello che faccio, ma sono molto ben disposta al dialogo.

Cerca di non essere controproducente, per il bene degli animali che difendi.

Inviato da: Shanti il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:33
Enrico se leggi tutti i post bene vedrai, che Yota anche se magari nn pensa tutto politically correct si accorge da solo dove "sbaglia", insomam ci arriva da solo, penso che possiamo essere solo felici del suo interessamento e ora lasciarlo leggere in pace...

In quanto all 'informarsi verissimo che ? meglio prima leggersi qlc sito di quelli citati, per? ? anche vero che gattolandia ? come un salotto di amici e non siamo tutti vegani, scrivesse cos? su vegan home ok, ma questo non ? un forum vegano anche se siamo tanto veg ed ? anche bello che lo spunto per informarsi nasca da una chiaccherata tra miciofili...

Poi alla fine quando le intenzioni non sono cattive si capisce, si chiarisce e se ne pu? parlare tranquillamente...


Per Cubetto non sar? il 99%, ma non siamo lontani dav fingi di essere vegan per un mese e vedrai, a volte ci sono vere e proprie discriminazioni, + la solita routine di prese in giro, battutine moltiplica tutto ci? per la maggiorparte delle persone che vedi tutti i giorni e capirai che nn c'? tutto sto rispetto..

Il discorso rispettare le scelte ? impossibile per un vegano, al contrario si pu? rispettare l'onnivoro in quanto persona e la sua libert? di scelta dell'alimentazione onnivora, ma la scelta in s? e le argomentazioni onnivore si possono solo contestare, come io contesterei la pena di morte, l'omicidio, il razzismo ecc...

Io voglio bene a tanti onnivori, ma le loro tesi e argomentazioni non potr? mai non solo condividerle, ma nemmeno rispettarle, questo per? non toglie che io possa stimarli per altro e rispettarli in quanto persone, ma su quella scelta tollerenza zero.

Non ? una guerra onnivori versus vegani, ma la lotta nel noem degli animali, ? questo il punto essenziale da tenere sempre presente per capire un vegano, noi non parliamo, lottiamo o altro per noi, ma per gli animali ? una lotta per proteggere qlc altro, non per noi stessi.




Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:34
cos? come esistono leggi che tutelano uomini e (purtroppo in minima parte) animali, esisterebbero molte pi? leggi che tutelano le vite di TUTTI gli animali, pertanto con divieto di cibarsi di carne ed usufruire a titolo di benessere o di non necessit? di derivati animali, essendo possibili (e necessarie, se guardiamo al discorso ambientale e sociale) scelte alternative.

Quello che tu chiami proibizionismo, sono semplici leggi che tutelano e che obbligano il rispetto alla vita.

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:36
Enrico, scusami se dissento da ci? che hai scritto. (nel post di prima, poi avete scritto ancora)

Vorrei ricordarvi che le persone hanno il diritto di chiedere ed informarsi.

Non mettiamoci sempre sulla difensiva.

E ti dico anche che sono andata da un musulmano a chiedere della sua religione.
Mi ha suggerito dopo le mie mille domande dove avrei potuto informarmi meglio.

E' normale chiedere.

Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:39
S?, l'onnivoro sbaglia!

Io non mangiavo carne, ma mangiavo molti formaggi, adoravo il grana e lo yogur, i gelati, la panna, le merendine col latte e i kinder fetta al latte, i biscotti al burro... ma adesso non li mangio pi?. E sapendo quello che c'? dietro, sono felice cos?!

E' stata come un'illuminazione. All'improvviso ho capito che continuando a mangiare quelle cose, danneggiavo un essere vivente, uguale a me e alla mia Piccola.

Non so x gli altri, ma x me ? cos?. All'autogril, seduta accanto a me ed Enrico c'era una signora che si mangiava un pollo, e nel piatto aveva delle ossa.... Io avrei voluto andare da lei e dirle "ma non vedi? ti stai mangiando un animale, un essere vivente, non ti fa schifo? non capisci che un giorno era vivo? e che nel suo allevamento ha sofferto?"

Inviato da: micetta il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:40
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 15:36)
Enrico, scusami se dissento da ci? che hai scritto. (nel post di prima, poi avete scritto ancora)

Vorrei ricordarvi che le persone hanno il diritto di chiedere ed informarsi.

Non mettiamoci sempre sulla difensiva.

E ti dico anche che sono andata da un musulmano a chiedere della sua religione.
Mi ha suggerito dopo le mie mille domande dove avrei potuto informarmi meglio.

E' normale chiedere.

Quoto Kedi, sagge parole.

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:40
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 15:36)
Enrico, scusami se dissento da ci? che hai scritto.

Vorrei ricordarvi che le persone hanno il diritto di chiedere ed informarsi.

Non mettiamoci sempre sulla difensiva.

E ti dico anche che sono andata da un musulmano a chiedere della sua religione.
Mi ha suggerito dopo le mie mille domande dove avrei potuto informarmi meglio.

E' normale chiedere.

Kedi,
riconosco che spesso mi metto sulla difensiva.

ma, forse anche tu puoi capirmi, ? difficile quasi OGNI GIORNO dover rispondere sempre alle stesse domande.

Fossero domande "perch? sei diventato vegan?" e varie, ok.

Ma le domande sono tra i dettagli pi? insignificanti e a mio parere evitabili che ci possano essere: "le piante soffrono?", "i gatti come li nutri, tu che li *AMI* tanto?", "e se il mondo fosse vegano?!? ma cosa vuol dire che un hamburger in meno sono 5 metri di foresta in pi??" ...

? per questo che, purtroppo, tra tutte le conoscenze di onnivori che ho, forse con solo 1 o due (su qualche centinaio) mi sentirei di parlare di vegan.

con gli altri si parla del tempo, dei gatti, delle vacanze, dei week-end....

Inviato da: Andrea il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:53


Enrico secondo me sempre proibizionismo sarebbe... il proibizionismo parte sempre da fini nobili... quali quelli da te citati "tutelare e obbligare il rispetto alla vita"... ma ha come conseguenza una limitazione della libert? dell'individuo...

io potrei ad esempio ammantare di nobili ragioni una normativa che vietasse il consumo di tabacco: miglioramento della salute degli individui, eliminazione del problema del fumo passivo, ecc.

allo stesso modo si possono trovare nobili ragioni per vietare qualsiasi consumo di alcolici e superalcolici: salute degli individui, evitare i possibili incidenti dovuti alla guida in stato d'ebrezza, ecc.

tu ritieni che vi potrebbero essere dei nobili e validi motivi per impedire e vietare il consumo di carne, latticini ecc.

non nego che tu possa avere delle ragioni (ma non condivido comunque le conclusioni a cui giungi..) ma tu non puoi negare che una normativa come quella da te prospettata possa essere denominata "proibizionista"...


Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 14:55
perch?, tu credi che io non sia tempestata sempre dalle stesse domande?

Mi pare ne avessimo gi? parlato io e te su msn, parecchio tempo fa....

A me non danno fastidio le domande, ammetto che a volte mi irritano, ma rispondo, cerco di essere pi? esaustiva possibile e porto avanti la mia tesi.

Non condanno gli onnivori, non penso, guardando nel piatto, di avvicinarmi a loro e di dirgli che stanno mangiando un cadavere.
Penso che io non lo mangerei.

Non mi piacciono i discorsi estremisti, non mi piace accusare gratuitamente le persone.

I miei amici sono solo onnivori invece, il mio compagno ? onnivoro.
Ma anche lui, compra tutto ci? che non ? testato su animali, anche lui si informa.
Anche lui non ? d'accordo su tante cose. Nel suo piccolo cerca di fare qualcosa. E' vero, mangia ancora carne, ma ? anche vero che dobbiamo rispettare chi tenta almeno di cambiare qualcosa.

Questo accanimento sugli onnivori, io non lo capisco.
Non stanno sbagliando.
La tradizione porta ad esserlo....il tempo, l'informazione, la conoscenza, parlare, discutere e confrontarsi, possono portare a dei cambiamenti.
Le accuse e l'odio no.

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:00
QUOTE (Andrea @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 15:53)
Enrico secondo me sempre proibizionismo sarebbe... il proibizionismo parte sempre da fini nobili... quali quelli da te citati "tutelare e obbligare il rispetto alla vita"... ma ha come conseguenza una limitazione della libert? dell'individuo...

io potrei ad esempio ammantare di nobili ragioni una normativa che vietasse il consumo di tabacco: miglioramento della salute degli individui, eliminazione del problema del fumo passivo, ecc.

allo stesso modo si possono trovare nobili ragioni per vietare qualsiasi consumo di alcolici e superalcolici: salute degli individui, evitare i possibili incidenti dovuti alla guida in stato d'ebrezza, ecc.

tu ritieni che vi potrebbero essere dei nobili e validi motivi per impedire e vietare il consumo di carne, latticini ecc.

non nego che tu possa avere delle ragioni (ma non condivido comunque le conclusioni a cui giungi..) ma tu non puoi negare che una normativa come quella da te prospettata possa essere denominata "proibizionista"...

nel fumare non ammazzi il tabacco.
nel bere non ammazzi l'alchool.
non hanno vita.

pi? che di libert? dell'individuo, parliamo di libert? di chi (non di COSA) ti vuoi mangiare.

ne ha diritto e noi dovremmo avere il dovere di rispettarla.

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:03
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 15:55)
perch?, tu credi che io non sia tempestata sempre dalle stesse domande?

Mi pare ne avessimo gi? parlato io e te su msn, parecchio tempo fa....

A me non danno fastidio le domande, ammetto che a volte mi irritano, ma rispondo, cerco di essere pi? esaustiva possibile e porto avanti la mia tesi.

Non condanno gli onnivori, non penso, guardando nel piatto, di avvicinarmi a loro e di dirgli che stanno mangiando un cadavere.
Penso che io non lo mangerei.

Non mi piacciono i discorsi estremisti, non mi piace accusare gratuitamente le persone.

I miei amici sono solo onnivori invece, il mio compagno ? onnivoro.
Ma anche lui, compra tutto ci? che non ? testato su animali, anche lui si informa.
Anche lui non ? d'accordo su tante cose. Nel suo piccolo cerca di fare qualcosa. E' vero, mangia ancora carne, ma ? anche vero che dobbiamo rispettare chi tenta almeno di cambiare qualcosa.

Questo accanimento sugli onnivori, io non lo capisco.
Non stanno sbagliando.
La tradizione porta ad esserlo....il tempo, l'informazione, la conoscenza, parlare, discutere e confrontarsi, possono portare a dei cambiamenti.
Le accuse e l'odio no.

non si tratta di accuse ed odio.

pi? che altro si tratta di derisioni che spesso vi sono nei nostri confronti. magari non ? il caso di yota, ma alla fine si ? generalizzato sul fatto che ? vero anche secondo me che il 99% (se non pi?) degli onnivori deride le nostre "strambe quanto estremiste" abitudini, davanti al loro bel panino al prosciutto.

davanti a queste derisioni, non riesco a portare serenit? ed affrontare discorsi maturi, ma mi sento solo preso in giro e mi vien voglia di reagire.

magari il tempo in futuro mi cambier? in questo e mi permetter? non di rimanere passivo, ma di trovare una maniera pacifica e non da testimone di geova per cercare di cambiare le situazioni.

Inviato da: yota il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:07
QUOTE (enrico_vegan @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 15:22)
Non hai mai pensato quanto possa essere buona la carne dei bambini, imbottirsi di eroina o l'adrenalina nelle follie omicida? Pu? darsi che queste esperienze (ne parlo da puro ignorante) portino piaceri immensi.

Nell'altro piatto della bilancia per? devi guardare il prossimo, ovvero, chi le subisce.

Allora partendo dal presupposto che non ho mai fatto domande dirette alle singole persone ma ho solamente cercato di capire delle situazioni (fino a 3 gg fa non sapevo nemmeno ci fosse differenza tra vegetariano e vegan...) se vi innervosisce talmente tanto rispondere alle FAQ non rispondete !!! Se nessuno mi risponde cerchero' in altro modo di soddisfare il mio bisogno di sapere. Ma se rispondete aggredendo chiunque certamente non riceverete un sorriso, almeno non da me.
Ripeto: domandare e' lecito, rispondere cortesia. Se la risposta deve necessariamente suonare: ecco il coglione di turno che fa la stessa domanda, non vi salta in mente che il coglione di turno viene da dove siete arrivati anche voi, e pertanto quello che per voi e' scontato per lui e' novita '????
Se a scuola ogni insegnante anche alle domande piu' banali rispondesse in questo modo, Dio ce ne scampi. Coloro che tentano di fare qualcosa e di convincere non lo fanno facendo pesare le risposte a domande cosi' scontate, ma che sono arcisicuro che vi siete posti TUTTI VOI VEGAN quando ancora non lo eravate.

Relativamente a quanto ho quotato rimango basito.
Se per te la vita di un uomo equivale a quella di un animale non lo so. Se io mi trovassi su uan torre con un vitello e un agnello e fossi costretto a gettarne uno di sotto tirerei a sorte perche' non saprei che scelta fare. Se fosse tra un vitello/agnello e un bambino il problema non si porrebbe. E non dire che per te sarebbe la stessa costa perche' mentiresti anche a te stesso.
Non ho un gatto e per voi sara' banale ma per me chiedere come lo nutri ha lo stesso valore di quante volte defeca, quante volte corre, salta.
Perche' avete la presunzione di vivere sopra un piedistallo in quanto convinti di avere in mano una soluzione a N problemi del mondo e nel momento che qualcuno tenta di capire qualcosa nonostante noti che per logica lui stesso arrivi a conclusioni diverse tendete a sminuirlo, a escluderlo o altre volte insultarlo ???
Cioe' non solo uno dovrebbe essere vegan ma non gli e' concesso nemmeno il beneficio del dubbio ???
Devo credere senza provare ???
Provero' a mangiare una bistecca vegetale e spero che mi piaccia. Ma sono arcisicuro che se questo non avverra' non saro' visto come una persona cmq che ci ha provato, ma come un coglione (senza ?$%&) che non riesce a superare alcune barriere mentali che prendono il nome di gusto, sapore etc.
Se qualcuno prima era in un locale pubblico (ristorante, bar) e fumava, gli avete mai detto: cosa stai facendo alla presenza di un bambino, ti rendi conto che fa male a tutti oltre che a te stesso ??? oppure lo fate solamente ora che la legge lo vieta ???
Prima faceva male allo stesso modo...

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:15
Enrico, mi sembra di ricordare che anche tu non ? molto che sei vegan...se mi sbaglio, scusami.....

Un discorso maturo ? invece quello di non essere aggressivi, di spiegare come stanno le cose.
Le persone ascoltano, ? solo il modo con il quale ci si pone che fa la differenza.


Non ? vero che il 99% delle persone ci deride.
La verit? ? che noi pensiamo che loro lo stiano facendo.
Molte persone non sanno neanche il significato della parola VEGAN, pensi che sappiano cosa vuol dire e che cosa c'? dietro a una parolina di qualche lettera?
No, non lo sanno.

Tutti voi sapete che io la penso esattamente come voi, condivido tutte le vostre parole, ma non condivido il vostro atteggiamento.

Inviato da: Andrea il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:17


volendo essere pignoli anche i vegetali sono esseri viventi(sia la vite che la pianta del tabacco....)

ma non ? questo il punto che mi interessa esaminare...

il tuo ragionamento ha indubbiamente un punto forte... il bere o il fumare POSSONO avere delle conseguenze negative per altri esseri viventi(fumo passivo, guida in stato d'ebrezza)

il mangiare carne o l'indossare capi in pelle HANNO SEMPRE delle conseguenze negative per un altro essere vivente (la morte dell'animale mangiato o utilizzato per produrre il capo d'abbigliamento)

questo in effetti potrebbe giustificare da un punto di vista teorico in ragione della tutela della vita di un altro essere vivente una norma che proibisca l'alimentazione a base di carne o l'utilizzo di capi in pelle...

da un punto di vista pratico credo che una norma come quella da te prospettata (anche in un paese a maggioranza vegana) provocherebbe nella minoranza una reazione ancor pi? forte di quella avutasi in america negli anni del proibizionismo...




Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:20
QUOTE
Ripeto: domandare e' lecito, rispondere cortesia. Se la risposta deve necessariamente suonare: ecco il coglione di turno che fa la stessa domanda, non vi salta in mente che il coglione di turno viene da dove siete arrivati anche voi, e pertanto quello che per voi e' scontato per lui e' novita '????


non penso sia utile continuare una serie di attacchi, anche perch? non ho n? motivo n? piacere ad attaccarti. non ti ho dato del coglione, ti ho solo detto, anche parlando in generale, che spesso ci troviamo a dover rispondere a domande sulla nostra eventuale probabile incoerenza piuttosto che sulla nostra scelta.

QUOTE
E non dire che per te sarebbe la stessa costa perche' mentiresti anche a te stesso.


che ne sai?
magari con un bambino salverei un bambino.
ma tra una mucca grassa e pronta per il macello ed un pinguino fiorentina-dipendente, la scelta ? ovvia...

QUOTE
Perche' avete la presunzione di vivere sopra un piedistallo


ti ritieni migliore di un assassino in termini di rispetto della vita umana? penso di s?.

in termini di rispetto della vita animale, mi ritengo migliore di chi mangia carne.
solo in quei termini.
probabile che in molti altri settori sia tu sul piedistallo, ma non mi metto sulla difensiva per questo.

QUOTE
Se qualcuno prima era in un locale pubblico (ristorante, bar) e fumava, gli avete mai detto: cosa stai facendo alla presenza di un bambino, ti rendi conto che fa male a tutti oltre che a te stesso ??? oppure lo fate solamente ora che la legge lo vieta ???


non aspetto che ci sia una legge per dire a qualcuno che mangiare animali fa male al lui e alle vittime...
magari chi lo far? quando ci sar? una legge sar? la maggior parte delle persone che, non come te, oggigiorno sfottono di continuo i "brucaerba" come noi.

QUOTE
Provero' a mangiare una bistecca vegetale


aspetta che vado a vedere delle marche in frigor (alcune non sono buone):
Sojasun sono le migliori secondo noi, le trovi all'esselunga.
Le valsoia, mah, cos? cos? (quelle a mo di cordon bleu non sono vegane)
Le robe tipo polpettine di tofu e seytan varie non sono un granch?. Ottimo ? il seytan alla piastra o quello morbido, a pezzettini e soffritto in un tegame.

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:23
QUOTE (Andrea @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:17)
da un punto di vista pratico credo che una norma come quella da te prospettata (anche in un paese a maggioranza vegana) provocherebbe nella minoranza una reazione ancor pi? forte di quella avutasi in america negli anni del proibizionismo...

purtroppo concordo pienamente, anche se a volte mi vien da sperare che con una corretta informazione le abitudini possano cambiare

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:27
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:15)
Enrico, mi sembra di ricordare che anche tu non ? molto che sei vegan...se mi sbaglio, scusami.....

non vedo come possa interessare i discorsi che faccio questa considerazione.

QUOTE
Un discorso maturo ? invece quello di non essere aggressivi, di spiegare come stanno le cose.
Le persone ascoltano, ? solo il modo con il quale ci si pone che fa la differenza.


senz'altro. quello che facevo i primi mesi. poi la pazienza ha raggiunto un limite a sentirsi sempre derisi e rispondere con sorrisi e discorsi seri non ascoltati.

QUOTE
Non ? vero che il 99% delle persone ci deride.
La verit? ? che noi pensiamo che loro lo stiano facendo.
Molte persone non sanno neanche il significato della parola VEGAN, pensi che sappiano cosa vuol dire e che cosa c'? dietro a una parolina di qualche lettera?
No, non lo sanno.


per questo molti deridono, per il fatto che non sanno, che pensano di condividere uno stile di vita migliore e che ogni altro sia irrisorio.

QUOTE
Tutti voi sapete che io la penso esattamente come voi, condivido tutte le vostre parole, ma non condivido il vostro atteggiamento.


ognuno la scelta vegan ed il modo di parlarne con gli altri la vede a modo suo.
probabilmente in alcune cose sono incoerente, in altre estremo (ad esempio non tollero le mostre animali, gli allevatori e qualunque altro tipo di evento / manifestazione che lucri sulle vite animali).

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:28
QUOTE (enrico_vegan @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:20)

non aspetto che ci sia una legge per dire a qualcuno che mangiare animali fa male al lui e alle vittime...
magari chi lo far? quando ci sar? una legge sar? la maggior parte delle persone che, non come te, oggigiorno sfottono di continuo i "brucaerba" come noi.


Io non mi sento sfottuta da nessuno, tantomeno da Yota che ? da ormai diversi post che sta dicendo che vuole assaggiare i vari alimenti

Inviato da: Andrea il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:30
Io, pur essendo onnivoro, mangio molto volentieri e trovo molto buone le polpettine vegetali della Bio Ene...
le conoscete?
se vi capita assaggiatele....

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:31
QUOTE (enrico_vegan @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:27)
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:15)
Enrico, mi sembra di ricordare che anche tu non ? molto che sei vegan...se mi sbaglio, scusami.....

non vedo come possa interessare i discorsi che faccio questa considerazione.


Perch? ti incazzi troppo, tutto per te ?, come si suol dire " a botta calda".
Lascia passare 15 anni e poi mi dirai quanto ne hai pieni i coglioni di essere aggressivo per un caxxo.



P.S. Scusatemi il "francesismo" dell'espressione.....

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:41
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:31)
Lascia passare 15 anni e poi mi dirai quanto ne hai pieni i coglioni di essere aggressivo per un caxxo.

pu? darsi che lo sar? di pi? :D

comunque, per adesso, per un bel p? mi viene istintivo, nella vita reale (non internet e vari), non sentire alcun mio amico o che altro, una specie di "isolarmi" dal mondo (tranne che da quello lavorativo, altrimenti non si campa).

ognuno ha le sue reazioni. pu? darsi che io dopo 15 anni sia come te, cos? che tra 15 anni sia lo stesso o sia migliorato / peggiorato (dipende dai punti di vista).

per ora non me la sento se non tramite internet di parlare di vegan con qualcuno. di solito sono sempre gli altri, quelli che mi conoscono anche bene, che tirano fuori sempre il discorso con frasette del tipo "allora ci facciamo un bel paninazzo alla mortadella?" - "la lattuga la poooso mangiare?!?" - "attento ad addentare la carota, guardala com'? tenera, guarda che soffre".......

spero vivamente di non essere pi? aggressivo nel sentire queste cose...

Inviato da: il il giovedý, 06 ottobre 2005 - 15:57
gattofaccina155.gif o forse anche no.

Kedi,
il tuo modo di porti e di argomentare ? autenticamente ispirato ai principi della nonviolenza e per questo lo apprezzo incondizionatamente.

Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 16:03
Beh, io sono vegetariana da sempre e vegana da luglio, devo satre zitta?

X chi mi conosce, sa che io sono da sempre intollerante alle persone, e sopratutto gli unici con cui riesco a stare sono Enrico (beh, viviamo insieme) e la Kikka, perch? bene o male pensiamo le stesse cose.

Non ho amici, non li ho mai avuti nemmemo prima, perch? sono da sempre considerata "diversa". Diversa perch? non porto vestiti firmati e non ascolto musica truzza, come tutti gli altri. Diversa perch? quando le mie compagne di classe ascoltavano i take that, i ascoltavo i beatles. Diversa perch? la mia Piccola la metto al di sopra di tutti gli umani, e se fossi sulla torre butterei gi? gli altri e non lei.

Diversa, adesso, perch? non mangio carne e latticini, e le mie colleghe di 40 anni mi prendono in giro.

Magari tra 15 anni sar? pi? tollerante, ma adesso sono felice di vivere con Enrico, perch? con lui posso essere me stessa.

Inviato da: yota il giovedý, 06 ottobre 2005 - 16:06
QUOTE
ti ritieni migliore di un assassino in termini di rispetto della vita umana? penso di s?.


Io si, mi ritengo migliore, ma agli occhi vostri no, perche' chiamate gli onnivori cosi'.

Non mi sento padrone delle leggi del mondo ma adoro mettermi in discussione, se c'e' confronto e rispetto reciproco. Quando vengo additato come quello che non sono perdo la pazienza e rispondo per le rime.
Io non sapro' molte cose e chiedo. L'esempio degli insetti non era per cercare di darti dell'incoerente, ma per capire come vivete alcune situazioni che per me sono scontate. Se questo e' sinonimo di battute che hai ricevuto in passato mi spiace per te ma non sono qui per scontare le colpe altrui ad alcune domande fatte per prenderti per il culo. E sono sicuro che battute si possono fare da entrambe le parti.
Ammetto la mia ignoranza e fino a 3 gg fa non sapevo nemmeno che il non mangiare latte e uova si chiamasse vegan, figurati. Questo pero' non giustifica che necessariamente una persona non abbia dubbi o che cerchi di capire fino a che punto arrivi la coerenza o la logica vegana. Ti suonera' strano ma il fatto di evitare a un gatto attraverso la castrazione o la sterilizzazione un dolore maggiore per me fa poca differenza. Gli fai cmq del male. Non facendolo probabilmente starebbe peggio ma sarebbe libero. Perche' per esempio non lo sterilizzate e lo lasciate vivere in liberta' in campagna ??? Non si tratta di abbandonare, si tratta di curarlo e donargli quello che gli e' stato tolto. Se e' la mancata sterilizzazione il suo problema, sterilizzatelo e lasciatelo vivere da gatto no ??? In casa stara' divinamente ma non e' libero. Poi potreste sempre dire: il mio e' libero di andare ma cmq torna sempre per mangiare. Ci credo, non e' mica fesso, mangia, dorme al riparo e al caldo, ma non segue la sua natura di sicuro.
Non e' provocazione.

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 16:15
QUOTE (yota @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 17:06)
Io si, mi ritengo migliore, ma agli occhi vostri no, perche' chiamate gli onnivori cosi'.

potrei sbagliarmi, ma questo ? il luogo comune per mettersi sulla difensiva con cui di solito siamo attaccati. Anche nel resto del discorso mi sembra di aver notato che hai cercato di metterti sulla difensiva riguardo argomenti di cui non ho anche parlato (a titolo di esempio, non ho partecipato alla discussione sugli insetti e non mi sono sentito offeso in rievocazione a "traumi", come tu sostieni).

il discorso della castrazione dei gatti, ? molto delicato quanto la loro alimentazione, e ancora non saprei darvi una risposta.

comunque sia, nella mio modo di pensare odierno, sterilizzerei gatte e gatti, per evitare che altri randagi siano messi al mondo e che altre anime possano soffrire. ? contro natura, probabilmente doloroso, ma guardando le conseguenze che si evitano penso che da parte mia sia il minimo.

lasciare i gatti in natura, volentieri. se mi trovi un luogo dove mi assicuri che i gatti possono riabilitarsi alla vita naturale, procacciarsi il cibo e non morire dopo pochi giorni perch? oramai non pi? selvatici, sarei ben lieto, nel caso la mia convivente fosse d'accordo, portarceli (per il loro bene). Mi fa solo stare meglio sapere che sono ancora pi? felici e dentro la natura. Ma tali oasi penso siano anche il sogno di molti gattili e, purtroppo, inesistenti.

Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 16:22
Yota, stiamo parlando di vegani o di castazione dei gatti?

Perch? se vai su qualsiasi forum di gatti, troverai chi ? d'accordo e chi no con la sterilizzazione, indipendentemente da ci? che mangia.

Li trovo due argomenti diversi e indipendenti dall'essere vegani.

La mia Piccola l'ho trovata sulla tangenziale x milano, un bel posto x far vivere libero un gatto.
Prima abitavo in periferia e i miei gatti uscivano, adesso abito in centro citt? e li tengo chiusi in casa. Anzi, la tengo chiusa in casa, perch? Cina era uscita e dopo nemmeno 12 ore ? finita uccisa da un'auto. Mi sono portata il suo corpicino sanguinante in braccio fino a casa.
Preferisco farle sterilizzare e tenerle in casa? S?.

Non sono andata a prendermi un gatto di razza da un allevamento, non ho scelto di vivere con un gatto. Tutti i gatti che ho avuto li ho trovati x strada e li ho portati a casa. Non ? naturale tenerli chiusi, ma dove posso portare la mia Piccola? L'abbandono in campagna?

Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 16:30
QUOTE (enrico_vegan @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 17:15)
lasciare i gatti in natura, volentieri. se mi trovi un luogo dove mi assicuri che i gatti possono riabilitarsi alla vita naturale, procacciarsi il cibo e non morire dopo pochi giorni perch? oramai non pi? selvatici, sarei ben lieto, nel caso la mia convivente fosse d'accordo, portarceli (per il loro bene).

Certo, la tua convivente ? d'accordo, ma sappi che dove va la Piccola, vado anch'io. cmellow.gif

Inviato da: yota il giovedý, 06 ottobre 2005 - 16:47
QUOTE (enrico_vegan @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 17:15)
QUOTE (yota @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 17:06)
Io si, mi ritengo migliore, ma agli occhi vostri no, perche' chiamate gli onnivori cosi'.

potrei sbagliarmi, ma questo ? il luogo comune per mettersi sulla difensiva con cui di solito siamo attaccati. Anche nel resto del discorso mi sembra di aver notato che hai cercato di metterti sulla difensiva riguardo argomenti di cui non ho anche parlato (a titolo di esempio, non ho partecipato alla discussione sugli insetti e non mi sono sentito offeso in rievocazione a "traumi", come tu sostieni).

il discorso della castrazione dei gatti, ? molto delicato quanto la loro alimentazione, e ancora non saprei darvi una risposta.

comunque sia, nella mio modo di pensare odierno, sterilizzerei gatte e gatti, per evitare che altri randagi siano messi al mondo e che altre anime possano soffrire. ? contro natura, probabilmente doloroso, ma guardando le conseguenze che si evitano penso che da parte mia sia il minimo.

lasciare i gatti in natura, volentieri. se mi trovi un luogo dove mi assicuri che i gatti possono riabilitarsi alla vita naturale, procacciarsi il cibo e non morire dopo pochi giorni perch? oramai non pi? selvatici, sarei ben lieto, nel caso la mia convivente fosse d'accordo, portarceli (per il loro bene). Mi fa solo stare meglio sapere che sono ancora pi? felici e dentro la natura. Ma tali oasi penso siano anche il sogno di molti gattili e, purtroppo, inesistenti.

Guarda per quanto mi riguarda non devo proprio difendermi da nulla. Piuttosto se invece di provocare rispondendo ad alcune domande tra un vitello e un bambino chi butteresti giu' dici: un pinguino che mangia la fiorentina...riusciste in generale a dire come la pensate sarebbe piu' costruttivo.
Questo per rispondere alla tua domanda se io riuscissi a mangiare carne di bambino... per me la differenza c'e' ed e' enorme.
Se non e' chiaro questo concetto allora prendiamoci per il culo e dalla torre butto giu' un vegano che gioca a fare il simpatico.

Inviato da: Shanti il giovedý, 06 ottobre 2005 - 17:09
QUOTE (enrico_vegan @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:23)
QUOTE (Andrea @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:17)
da un punto di vista pratico credo che una norma come quella da te prospettata (anche in un paese a maggioranza vegana) provocherebbe nella minoranza una reazione ancor pi? forte di quella avutasi in america negli anni del proibizionismo...

purtroppo concordo pienamente, anche se a volte mi vien da sperare che con una corretta informazione le abitudini possano cambiare

Appunto anch'io lo spero, ma corretta informazione o meglio controinformazione non ? quella che fai tu, quella ? controinformazione farcita di aggressivit?...

Anche a me hanno preso male le parole di Yota all'inizio e mi sono girate, mi sono detta nooo un'altro!
Ma poi s'? chiarito che non ? cos? e gli chiedo scusa per i toni, non lo ? basta bona fine chiuso, parliamo degli animali.

Come trovo fastidioso essere etichettata con i soliti pregiudizi e luoghi comuni sui veg, non trovo giusto che Yota debba pagare per gli onnivori stupidi e insensibili che ci prendono in giro, s'? chiarito che non ? cos? ok che ti serve di +?
Anzi mea culpa mio che sono partita in quarta, ma una volta chiaro perch? accanirsi?


Questo post poteva continuare dando informazioni a lui, a Micetta e a chiunque altro sia interessato e invece ? diventato un battibekko...

Questo ? un forum aperto a TUTTI, quindi anche agli onnivori, quindi se il tuo informare ha questi toni io non lo condivido affatto, io sono qua per parlare anche con i miei amici onnivori, se volessi starmene trank sto su vegan home non qui.

Quindi ok ti sono girati i 5 min, a Stefy pure, io per prima ho sbagliato, ma una volta chiaro (e dai toni e affermazioni di Yota tranne il primo post si capisce benissimo che non ? qua a prenderci in giro...) che non era la solita aggressione onnivora, perch? continuare??

Basta bona fine, torniamo a parlare di ricette, sostituti e di ANIMALI, essere vegan ? difficile lo so, per? i soggetti sono gli animali, quindi mettiamoci da parte e parliamo per il loro bene okz?


Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 17:10
QUOTE (yota @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 17:47)
Se non e' chiaro questo concetto allora prendiamoci per il culo e dalla torre butto giu' un vegano che gioca a fare il simpatico.

no comment

Inviato da: Shanti il giovedý, 06 ottobre 2005 - 17:12
Poi basta davvero anche coi discorsi mangiare bambini che poi arriva il Berluska, scopre che siamo un covo di comunisti magnabambini e ci fa chiudere il sito!!!



Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 17:14
QUOTE (Cokolada @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 18:12)
Poi basta davvero anche coi discorsi mangiare bambini che poi arriva il Berluska, scopre che siamo un covo di comunisti magnabambini e ci fa chiudere il sito!!!

no, il sito no!!!!!!

cbiggrin.gif cbiggrin.gif cbiggrin.gif cbiggrin.gif cbiggrin.gif cbiggrin.gif cbiggrin.gif

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 17:14
ok stop battibecchi e scene di aggressivit? da entrambe le parti.

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 17:20
QUOTE (enrico_vegan @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 18:10)
QUOTE (yota @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 17:47)
Se non e' chiaro questo concetto allora prendiamoci per il culo e dalla torre butto giu' un vegano che gioca a fare il simpatico.

no comment

Enrico questo ? quello che tu vuoi ottenere quando parli di vegan con le persone?

Non credo......

Non pensi allora che ci sia qualcosa di errato?


Inviato da: Bastet il giovedý, 06 ottobre 2005 - 19:34
io ormai ho rinunciato a parlare di vegan con le persone, mi basta parlarne con Enrico o leggere gli approfondimenti nei siti. Sono stufa di venire presa x il culo e sentire commenti scemi.....

Adesso ho deciso di comportarmi normalmente e se qualcuno mi chieder? qualcosa seriamente, tipo "come mai non mangi la pizza con la mozzarella?" ed ha voglia di ascoltarmi, gliene parler?.

(quindi mai)

Inviato da: enrico_vegan il giovedý, 06 ottobre 2005 - 19:44
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 18:20)
Enrico questo ? quello che tu vuoi ottenere quando parli di vegan con le persone?

Non credo......

Non pensi allora che ci sia qualcosa di errato?

beh, quanto a yota, nonostante io avessi specificato che parlavo in generale, ha continuato a sentirsi aggredito ed ? passato sul personale... non mi va di sprecarci altre parole.

quanto all'aggressivit?, quoto in parte quanto dite te e kikka, ? vero che sono aggressivo, ma ? anche vero che negli ultimi mesi ho preferito chiudere i contatti con tutti per vari motivi ed anche per il fatto che, con la storia del veganesimo (o veganismo?) mi sono abbattuto abbastanza, trovando difficile ogni rapporto umano se non con chi mi ? adesso o mi ? stato in passato particolarmente vicino.

La storia del "sei vegan da pochi mesi" non la condivido, ognuno le vive a modo suo le situazioni e in questo momento mi sento come un Neo che ha aperto gli occhi e si ? risvegliato dal Matrix, vedendo tutto l'orrore che molti si rifiutano di vedere.

Nonostante tutto, ancora oggi quando vedo certe domande e certe provocazioni, in generale, senza parlare di yota (mi sembra stupido continuare a specificarlo), mi vengono i 5, 10, 20, 30 minuti.

Comunque, ci siamo chiariti su alcuni punti, su altri probabilmente non ci chiariremo se non davanti ad un bel piatto di lasagne veg, da parte mia chiudo la discussione e riapro il dibattito costruttivo.

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 20:05
Da parte mia, ? sempre stato un dibattito costruttivo.
Non mi sono mai espressa con toni violenti.
Il dirti che sei vegan da poco, non volevo fosse un'offesa, scusami se l'hai interpretata in questo modo, intendevo specificarti che appena si scoprono alcune cose, siamo inevitabilmente pi? violenti nel volerle affermare, poi, pian piano anche i nostri toni si placano. E quando questi toni si placano non ? perch? ci si ? rassegnati, ma perch? cerchi di capire le cose a 360?. Intendevo dire questo, non volevo offenderti e se l'ho fatto, scusami.
Bastet, non ? vero che mai nessuno te lo chieder? seriamente perch? non mangi la mozzarella sulla pizza. Sei tu che parti gi? prevenuta pensando che sia l'ennesima provocazione. Tu parti dal presupposto che non lo sia e rispondi con seriet?. E poi vedi come si mettono le cose.

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 20:16
QUOTE (ipc @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:57)
gattofaccina155.gif o forse anche no.

Kedi,
il tuo modo di porti e di argomentare ? autenticamente ispirato ai principi della nonviolenza e per questo lo apprezzo incondizionatamente.

Grazie.... cshy.gif

Inviato da: Shanti il giovedý, 06 ottobre 2005 - 20:19
Stefy ? dura per un veg, ma non sempre, per? bisogna saperne parlare altrimenti si rovina tutto...
Come ti raccontavo i giorni scorsi mentre facevo l'inventario per un negozio ho conosciuto delle persone onnivore che sono state gentilissime e curiosissime sull'argomento, infatti sono dav contenta che se tutto va bien a nov incomincio l?...

Per? bisogna un po' essere meno incazzosi anche perch? non siamo nati veg, poi ovvio se uno davvero sfotte mica devi porgere l'altra guancia, ma se non ? cos? tanto meglio un onnivoro anche solo un minimo interessanto ? sempre un punto in + non per noi, ma per gli animali!

Inviato da: Cubetto il giovedý, 06 ottobre 2005 - 20:37
giuro che non la sto mangiando.... ahahahahahahahahahahahah clol.gif

Inviato da: il il giovedý, 06 ottobre 2005 - 21:14
QUOTE (Cubetto @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 21:37)
giuro che non la sto mangiando.... ahahahahahahahahahahahah  clol.gif

Mah! Chiss?!
Vorrei proprio vedere lo scatto successivo per capire quanto n?? rimasto di quel gatto!!! cgoofy.gif

Inviato da: Shanti il giovedý, 06 ottobre 2005 - 22:20
Se se lo fosse pappato lo scatto successivo sarebbe stato di Kedi: evirazione o decapitazione? :)))

Inviato da: kedi il giovedý, 06 ottobre 2005 - 22:58
QUOTE (Cokolada @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 23:20)
Se se lo fosse pappato lo scatto successivo sarebbe stato di Kedi: evirazione o decapitazione? :)))

Entrambe le cose Coko!!!!

Nella foto Cubetto, ha in braccio Sanpy cwub.gif
Mumo non si fa prendere cos? cshifty.gif

Inviato da: Sabrinik il giovedý, 06 ottobre 2005 - 23:49
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 23:58)
QUOTE (Cokolada @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 23:20)
Se se lo fosse pappato lo scatto successivo sarebbe stato di Kedi: evirazione o decapitazione? :)))

Entrambe le cose Coko!!!!

gattofaccina109.gif gattofaccina109.gif gattofaccina109.gif gattofaccina109.gif

Inviato da: enrico_vegan il venerdý, 07 ottobre 2005 - 07:46
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 21:05)
Il dirti che sei vegan da poco, non volevo fosse un'offesa, scusami se l'hai interpretata in questo modo, intendevo specificarti che appena si scoprono alcune cose, siamo inevitabilmente pi? violenti nel volerle affermare, poi, pian piano anche i nostri toni si placano.  E quando questi toni si placano non ? perch? ci si ? rassegnati, ma perch? cerchi di capire le cose a 360?. Intendevo dire questo, non volevo offenderti e se l'ho fatto, scusami.

No Kedi, probabilmente mi sono spiegato male io.
Non l'ho recepita come un offesa, assolutamente non ho pensato che la tua intenzione sia stata quella di "rimprovero" o che altro, quanto quella di consiglio personale.

Probabilmente ho avuto anche toni un p? fraintendibili ccensored.gif ieri, reduce dall'ultima discussione su XXXXXXXXX dove un neo moderatore in toni intendibili come razzisti attaccava il tutto il "bastardo e stronzo" popolo giapponese perch? capace di "atroci sofferenze contro cani e gatti... ne fanno vestiti e alimenti...", supportato dalla maggior parte del forum.

Inviato da: Bastet il venerdý, 07 ottobre 2005 - 08:28
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 21:05)
Bastet, non ? vero che mai nessuno te lo chieder? seriamente perch? non mangi la mozzarella sulla pizza. Sei tu che parti gi? prevenuta pensando che sia l'ennesima provocazione. Tu parti dal presupposto che non lo sia e rispondi con seriet?. E poi vedi come si mettono le cose.

E' difficile venire attaccati sempre e continuamente.

Io sono sempre stata esclusa da tutto, quando andavo a scuola e poi sul lavoro, sono sempre stata considerata "la diversa", "quella che sta x conto suo", "l'asociale"....e sinceramente, non me ne ? mai importato molto.
Non m'interessa se criticano me, come mi vesto, la mia musica, i miei libri......ma su questa cosa ? diverso.

Criticano il mio modo di mangiare e deridono il fatto che non mi nutro di animali......quando l? fuori centinaia stanno soffrendo x colpa di chi vuole continuare a mangiare carne perch? gli piace!

Non m'interessa se mi prendono in giro, a me dispiace perch? non si rendono conto che c'? un mondo che soffre, e non fanno nulla.

Forse, dopo che tutto il mondo sar? vegano, si avranno altri problemi, ma x ora quella ? la mia priorit?.

Inviato da: kedi il venerdý, 07 ottobre 2005 - 08:48
@Enrico: non conosco le realt? di altri forum, perci? non so quanto si litiga e perch?. Credo solo che se da un'altra parte ti hanno detto delle cose negative, non necessariamente deve capitare anche qua cbiggrin.gif
In ogni caso, non ? corretto nei confronti degli altri forum, riportare le discussioni, negative o positive che siano.
Noi non sappiamo n? ci interessa sapere cosa sia successo altrove.

Ci siamo chiariti e questo non pu? che farmi piacere.
Il mio forse si, era un consiglio personale e comunque scusami se mi sono permessa di dartelo, ma mi dispiace che le persone si incazzino cos? tanto, quando se tutti si parlasse con toni diversi, si riuscirebbe probabilmente a trovare delle cose positive.

@Bastet: tutti a modo nostro siamo diversi e ci siamo sentiti diversi, per diverse ragioni. Ma se vivi in una realt? la comprendi, se non la vivi, hai bisogno di chiarimenti. Quante volte hai visto persone normodotate parcheggiare nel posto dedito ai disabili? Io milioni di volte e tutte le volte mi incazzo da morire.
Perch? le persone si comportano cos?? Perch? si ruba un parcheggio cos? stupidamente? Eppure non tutti lo fanno per stupidit? o menefreghismo. La maggior parte si comporta cos? per male informazione, perch? non capiscono cosa c'? dietro ad una difficolt? motoria.
E in questo caso, ? la stessa cosa. La gente ignora lo scempio di vittime che provoca una bella bistecca su un piatto.
Noi sappiamo invece e il nostro compito ? di cercare di far aprire gli occhi a chi ignora tutto questo.

Inviato da: yota il venerdý, 07 ottobre 2005 - 08:56
QUOTE (enrico_vegan @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 20:44)
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 18:20)
Enrico questo ? quello che tu vuoi ottenere quando parli di vegan con le persone?

Non credo......

Non pensi allora che ci sia qualcosa di errato?

beh, quanto a yota, nonostante io avessi specificato che parlavo in generale, ha continuato a sentirsi aggredito ed ? passato sul personale... non mi va di sprecarci altre parole.

quanto all'aggressivit?, quoto in parte quanto dite te e kikka, ? vero che sono aggressivo, ma ? anche vero che negli ultimi mesi ho preferito chiudere i contatti con tutti per vari motivi ed anche per il fatto che, con la storia del veganesimo (o veganismo?) mi sono abbattuto abbastanza, trovando difficile ogni rapporto umano se non con chi mi ? adesso o mi ? stato in passato particolarmente vicino.

La storia del "sei vegan da pochi mesi" non la condivido, ognuno le vive a modo suo le situazioni e in questo momento mi sento come un Neo che ha aperto gli occhi e si ? risvegliato dal Matrix, vedendo tutto l'orrore che molti si rifiutano di vedere.

Nonostante tutto, ancora oggi quando vedo certe domande e certe provocazioni, in generale, senza parlare di yota (mi sembra stupido continuare a specificarlo), mi vengono i 5, 10, 20, 30 minuti.

Comunque, ci siamo chiariti su alcuni punti, su altri probabilmente non ci chiariremo se non davanti ad un bel piatto di lasagne veg, da parte mia chiudo la discussione e riapro il dibattito costruttivo.

QUOTE
che ne sai?
magari con un bambino salverei un bambino.
ma tra una mucca grassa e pronta per il macello ed un pinguino fiorentina-dipendente, la scelta ? ovvia...



Giusto, non dovevo sentirmi chiamato in causa, erano riferimenti puramente casuali.
Apprezzo che non vogliate sprecarci altre parole, perche' francamente non farebbe nemmeno piacere leggerle se sono come quelle precedenti.


Inviato da: Sabrinik il venerdý, 07 ottobre 2005 - 09:09
QUOTE (Bastet @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 09:28)
Io sono sempre stata esclusa da tutto, quando andavo a scuola e poi sul lavoro, sono sempre stata considerata "la diversa", "quella che sta x conto suo", "l'asociale"....e sinceramente, non me ne ? mai importato molto.
Non m'interessa se criticano me, come mi vesto, la mia musica, i miei libri......ma su questa cosa ? diverso.

Scusami Bastet, vorrei chiederti una cosa.
Sar? il ventesimo tuo messaggio che leggo dove scrivi che hai avuto dei problemi nella tua vita, che non hai amici veri, che sei sempre stata considerata diversa e cos? via....Poi aggiungi che di questo non te ne ? mai importato molto, ma perch? continui a ribadirlo ogni volta allora?

Credi di essere stata l'unica ad avere avuto dei genitori non proprio magnifici?
Credi di essere stata l'unica derisa dai coetanei perch? diversa?
Ritieni veramente di essere stata l'unica ad essere "esclusa" da molte cose?
Pensi veramente di essere l'unica ad essersi sentita un elefante rosa in un mondo di gazzelle bianche?
Sei convinta veramente di essere l'unica ad avere dei ricordi da dimenticare volentieri?

Ti rispondo io: NO non sei l'unica!
E credimi, non ? che dicendolo ogni due minuti, scender? un angelo dal cielo a dirti che ? stato solo un brutto sogno, che sono tutti brutti e cattivi mentre tu sei speciale e riservata ad un altro mondo superiore.
Sta a noi essere speciali Bastet, sta a noi migliorare la nostra vita, sta a noi creare la serenit? intorno a noi. Non sar? maledicendo il mondo ingrato che la nostra vita migliorer? o saremo pi? felici.
Tu hai gi? fatto delle cose molto importanti, stai con una persona che ti vuole bene. Non ? poco sai?
Devi accettare che a questo mondo ci sono delle persone con cui non ti troverai mai d'accordo e delle persone con cui condividerai delle esperienze indimenticabili: evita pi? che puoi le prime e coltiva le seconde. Non si pu? farsi amare da tutti!!

Mi permetto di dirti questo anche se non ti conosco e non so nemmeno che faccia hai (la mia la vedi qui a lato nell'avatar), perch? io queste sensazioni le conosco bene! Io mi rivedo un po' in te quando avevo la tua et? e anche meno....So bene dove ci porta questo rancore verso il mondo.
Alla fine il passato ? passato. Guardatelo come una foto ogni tanto poi rimettila nel cassetto. Ogni tanto lo apri, ma tu sei al di fuori ormai di quella foto!!!!!

Inviato da: enrico_vegan il venerdý, 07 ottobre 2005 - 09:34
QUOTE (yota @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 09:56)
QUOTE
magari con un bambino salverei un bambino.
ma tra una mucca grassa e pronta per il macello ed un pinguino fiorentina-dipendente, la scelta ? ovvia...

rispiego anche questo...

pinguino fiorentina dipendente = business man milanese che non riesce fare a meno della bistecca, il tipo di personaggio che profondamente ODIO e con cui litigo molto spesso quando mi ci trovo a parlare. pinguino per il modo di vestire.

non so se tu ti configuri in questo personaggio (e sinceramente non penso proprio), ma il riferimento era ad una personalit? che non sopporto, al di l? di ogni riferimento personale nostro.

Inviato da: kedi il venerdý, 07 ottobre 2005 - 10:01
QUOTE (enrico_vegan @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 10:34)
QUOTE (yota @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 09:56)
QUOTE
magari con un bambino salverei un bambino.
ma tra una mucca grassa e pronta per il macello ed un pinguino fiorentina-dipendente, la scelta ? ovvia...

rispiego anche questo...

pinguino fiorentina dipendente = business man milanese che non riesce fare a meno della bistecca, il tipo di personaggio che profondamente ODIO e con cui litigo molto spesso quando mi ci trovo a parlare. pinguino per il modo di vestire.

non so se tu ti configuri in questo personaggio (e sinceramente non penso proprio), ma il riferimento era ad una personalit? che non sopporto, al di l? di ogni riferimento personale nostro.

Yota ? di Roma cbiggrin.gif

Inviato da: Bastet il venerdý, 07 ottobre 2005 - 10:46
X Sabra: io proprio non vengo capita. Mi sembra di parlare in italiano, sar? che non sono laureata in lettere? Boh...

Io non scrivo certe cose personali, tipo "sono sempre stata da sola" x essere compatita. Io sto bene come sto.
Ve lo scrivo solo x spiegarvi certi lati del mio carattere.

Se io scrivessi "odio a morte tutti i tedeschi", voi magari mi direste di non essere cos? dura, se invece vi spiegassi "sono ebrea, mio nonno ? stato ucciso, ecc.." allora forse un po' capireste il mio rancore.

Questa ? una "tattica" che ho sempre adottato x spiegarmi meglio. Anche con Enrico faccio cos?, tipo "guarda che il mio ex mi trattava in questo modo, allora quando tu fai cos?, io penso questo e quello", invece di mandarlo subito a quel paese, senza spiegare cosa ha suscitato la mia rabbia.

Mi sono spiegata, questa volta?

Inviato da: Sabrinik il venerdý, 07 ottobre 2005 - 13:06
Bastet tu ti sei spiegata, sono io che forse non ci sono riuscita.
Se una persona scrive in maniera anche dura, d? un po' addosso ad alcune cose (a torto o ragione non mi interessa questo) e poi alla fine ogni volta dice, s? ma scrivo cos?, sono cos?, perch? ho vissuto questo e quello, mi sembra una giustificazione inutile (= non necessaria).
Per dirla alla maniera dei nostri saggi antichi, se ci si giustifica in continuazione ? quasi sicuro che ti arriva comunque una critica excusatio non petita accusatio garantita. Manifestiamoci cos? come siamo con i dovuti limiti che l'educazione ci insegna, senza pensare ogni volta a cosa gli altri penseranno o capiranno. E' un esercizio difficile e inutile.

Il popolo di internet ? per lo pi? fatto di gente normale (vabb? dai, quasi normale angelic.gif) e se si legge una persona arrabbiata, non ci vuole chiss? quale intuizione per capire che quella persona ha o ha vissuto dei problemi.
Se poi c'? qualcuno che invece non ci arriva, chieder? chiarimenti all'interessato e l'interessato molto serenamente risponder? (come vorr? e se vorr?, mica ? necessario dover spiegare sempre tutto a tutti).

Ti prego soprattutto di non prenderla come se tutti trovassero qualcosa che non va e solo su te. La stessa cosa che ora faccio con te, la farei con kedi, con Miaolinda, con Cokolada (scusate se vi cito come esempio) se ritenessi di dover far notare qualcosa su un loro atteggiamento.
La stessa cosa mi augurerei che facessero loro con me se dico o scrivo qualcosa che non piace loro (Miaolinda ad esempio l'ha fatto una volta con me, ma mica me la sono presa cwink.gif) anche se con un po' di orgoglio, mi impongo sempre di riflettere su osservazioni che mi vengono fatte da chi stimo.

Bastet ti dico un'ultima cosa, io raramente me ne esco fuori con questo tipo di interventi diretti e mai se di qualcosa non mi importa nulla, spero che questo basti a farti capire cosa voglio dire.

Inviato da: Shanti il venerdý, 07 ottobre 2005 - 14:08
Oh basta eh ora faccio la prepotente:P

Il post ? MIOOOOOOOOO e l'ho messo IOOO ed ? sul LATTE non sui problemi personali di nessuno, n? sul rapporto vegani-onnivori, quindi aprire un altro post per continuare, questo ? sul latte e l'off topic ? diventato veramente esagerato ok?

Non ve lo dico stronzamente eh, ma solo perch? per me erano cose importanti, Yota e Micetta hanno fatto delel domande e sono interessati ad approfondire e a me (e lo ripeto la centesima volta) pare che Yota abbia solo intenzioni buone e curiosit?, quindi parliamo di latte, tofu, yofu, ecc non di tutto il resto.
Io capisco che Kedi abbia chiuso gli altri, ma a questo punto non mi pare giusto continuare cos?, questo ? un topic sul latte, l'ho messo per i vitelli e le mucche non per i vegani e per parlare di loro ok?

Torniamo a noi, Yota se sei di Roma ti va strabene se vuoi anche solo per curiosit? provare i prodotti alternativi la tua citt? ? fornitissima, oltre al natura si ci saranno sicuramente tanti altri posti dove comprare prodotti cruelty free se ti interessa posso chiedere un po' di indirizzi ;)


ps uso le faccine pattone perch? sto su un catorcio di pc che non le lascia fare!

Inviato da: Bastet il venerdý, 07 ottobre 2005 - 14:25
Latte: oggi una mia collega ha portato i pasticcini, e le altre mi hanno preso in giro perch? non li mangio. Pasticcini alla panna = c'? il latte.

"sei a dieta? [lo sanno che sono vegana], se vuoi ci sono dei grissini, non hanno lo strutto".

Ok, ho inserito la parola LATTE 3 volte, la Kikka sar? contenta. ctongue.gif

Inviato da: kedi il venerdý, 07 ottobre 2005 - 14:37
QUOTE (Cokolada @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 15:08)
Oh basta eh ora faccio la prepotente:P

Il post ? MIOOOOOOOOO e l'ho messo IOOO ed ? sul LATTE non sui problemi personali di nessuno, n? sul rapporto vegani-onnivori, quindi aprire un altro post per continuare, questo ? sul latte e l'off topic ? diventato veramente esagerato ok?

Non ve lo dico stronzamente eh, ma solo perch? per me erano cose importanti, Yota e Micetta hanno fatto delel domande e sono interessati ad approfondire e a me (e lo ripeto la centesima volta) pare che Yota abbia solo intenzioni buone e curiosit?, quindi parliamo di latte, tofu, yofu, ecc non di tutto il resto.
Io capisco che Kedi abbia chiuso gli altri, ma a questo punto non mi pare giusto continuare cos?, questo ? un topic sul latte, l'ho messo per i vitelli e le mucche non per i vegani e per parlare di loro ok?

Torniamo a noi, Yota se sei di Roma ti va strabene se vuoi anche solo per curiosit? provare i prodotti alternativi la tua citt? ? fornitissima, oltre al natura si ci saranno sicuramente tanti altri posti dove comprare prodotti cruelty free se ti interessa posso chiedere un po' di indirizzi ;)


ps uso le faccine pattone perch? sto su un catorcio di pc che non le lascia fare!

Miiiiiiiiiiiiiiii...occhio che la kikkina si arrabbia!!!!!

A parte la battuta, sono d'accordo....

Vorrei precisarti una cosa kikka: ho chiuso gli altri post solo perch? stavamo parlando della stessa cosa in tre discussioni diverse.
Non ho mai pesato di boicottare la discussione in s?, n? di volerla chiudere.
Spero che questo sia chiaro.

Per quanto riguarda il tuo suggerimento......ti quoto.....aprite altre discussione....qua si parler? solo di LATTE.......
ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif



Inviato da: micetta il venerdý, 07 ottobre 2005 - 14:41
QUOTE (Bastet @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 15:25)
Latte: oggi una mia collega ha portato i pasticcini, e le altre mi hanno preso in giro perch? non li mangio. Pasticcini alla panna = c'? il latte.

"sei a dieta? [lo sanno che sono vegana], se vuoi ci sono dei grissini, non hanno lo strutto".

Ok, ho inserito la parola LATTE 3 volte, la Kikka sar? contenta. ctongue.gif

Porta loro dei biscotti vegan per la pausa, fatti con le tue manine..
Vedrai che non disdegneranno, anzi!!!!

Inviato da: Cubetto il venerdý, 07 ottobre 2005 - 14:41
QUOTE (Cokolada @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 15:08)
Oh basta eh ora faccio la prepotente:P

Il post ? MIOOOOOOOOO e l'ho messo IOOO ed ? sul LATTE non sui problemi personali di nessuno, n? sul rapporto vegani-onnivori, quindi aprire un altro post per continuare, questo ? sul latte e l'off topic ? diventato veramente esagerato ok?

Non ve lo dico stronzamente eh, ma solo perch? per me erano cose importanti, Yota e Micetta hanno fatto delel domande e sono interessati ad approfondire e a me (e lo ripeto la centesima volta) pare che Yota abbia solo intenzioni buone e curiosit?, quindi parliamo di latte, tofu, yofu, ecc non di tutto il resto.
Io capisco che Kedi abbia chiuso gli altri, ma a questo punto non mi pare giusto continuare cos?, questo ? un topic sul latte, l'ho messo per i vitelli e le mucche non per i vegani e per parlare di loro ok?

Torniamo a noi, Yota se sei di Roma ti va strabene se vuoi anche solo per curiosit? provare i prodotti alternativi la tua citt? ? fornitissima, oltre al natura si ci saranno sicuramente tanti altri posti dove comprare prodotti cruelty free se ti interessa posso chiedere un po' di indirizzi ;)


ps uso le faccine pattone perch? sto su un catorcio di pc che non le lascia fare!

ma le fanciulle non sono OT... sono entrambe acide come il latte scaduto clol.gif



cshifty.gif

Inviato da: Shanti il venerdý, 07 ottobre 2005 - 15:05
QUOTE (micetta @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 15:41)
QUOTE (Bastet @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 15:25)
Latte: oggi una mia collega ha portato i pasticcini, e le altre mi hanno preso in giro perch? non li mangio. Pasticcini alla panna = c'? il latte.

"sei a dieta? [lo sanno che sono vegana], se vuoi ci sono dei grissini, non hanno lo strutto".

Ok, ho inserito la parola LATTE 3 volte, la Kikka sar? contenta.  ctongue.gif

Porta loro dei biscotti vegan per la pausa, fatti con le tue manine..
Vedrai che non disdegneranno, anzi!!!!

Si Licia cos? li avveleno!!! Meglio con quelle di Punkrazio!

Cubetto sai che nn so nemmeno come diventi il latte di mandorle scaduto? Me lo finisco sempre, dai cmq era per scherzare e tornare on topic.
Kedi la tua chiusura prima aveva senso, ora s'? degenerato, ma Enrico ha aperto un topic perfetto per continuare di l?..

Quindi qui parliamo di latte e derivati e volendo pure il discorso uova..
Per gli onnivori miciosi del forum ? chiaro perch? escludiamo anche quelle?

Inviato da: kedi il venerdý, 07 ottobre 2005 - 15:21
QUOTE (Cokolada @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 16:05)

Kedi la tua chiusura prima aveva senso

gattofaccina154.gif gattofaccina154.gif gattofaccina154.gif


MIIIIIIIIIIIIII ma quanto siete pignoli!!! ctrance.gif ctrance.gif ctrance.gif
Ma dove credete di essere ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif
Vorr? dire che non scriver? pi? sul forum, mi siete TUTTI antipatici ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif
Anzi, me ne vado proprio dal sito ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif antipatici ctongue.gif ctongue.gif ctongue.gif gattofaccina154.gif gattofaccina154.gif gattofaccina154.gif

Inviato da: Cubetto il venerdý, 07 ottobre 2005 - 15:33
QUOTE (Cokolada @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 16:05)
Cubetto sai che nn so nemmeno come diventi il latte di mandorle scaduto? Me lo finisco sempre, dai cmq era per scherzare e tornare on topic.

scherzavo pure io... ma ora mi hai dato un bello spunto per riprendere la polemica e la discussione come ai bei tempi... clol.gif

Perch? se bere latte di una specie diversa dalla tua ? innaturale allora esiste e bevi il latte di mandorle?

Qui avete bannato il concetto latte... quindi il latte ? inutile.. soprattutto in et? adulta... perch? ricrearlo di soia o di mandorle?

Inviato da: Bastet il venerdý, 07 ottobre 2005 - 15:38
QUOTE (Cubetto @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 16:33)
QUOTE (Cokolada @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 16:05)
Cubetto sai che nn so nemmeno come diventi il latte di mandorle scaduto? Me lo finisco sempre, dai cmq era per scherzare e tornare on topic.

scherzavo pure io... ma ora mi hai dato un bello spunto per riprendere la polemica e la discussione come ai bei tempi... clol.gif

Perch? se bere latte di una specie diversa dalla tua ? innaturale allora esiste e bevi il latte di mandorle?

Qui avete bannato il concetto latte... quindi il latte ? inutile.. soprattutto in et? adulta... perch? ricrearlo di soia o di mandorle?

Credo si chiami cos? perch? crea l'idea del latte x chi non lo pu? bere (intollerante o vegano) ed ? bianco, aromatizzato, arricchito con calcio, ecc...
Alla fine il latte di riso mandorle soia ? succo di frutta.

Inviato da: micetta il venerdý, 07 ottobre 2005 - 15:42
QUOTE (Bastet @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 16:38)
QUOTE (Cubetto @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 16:33)
QUOTE (Cokolada @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 16:05)
Cubetto sai che nn so nemmeno come diventi il latte di mandorle scaduto? Me lo finisco sempre, dai cmq era per scherzare e tornare on topic.

scherzavo pure io... ma ora mi hai dato un bello spunto per riprendere la polemica e la discussione come ai bei tempi... clol.gif

Perch? se bere latte di una specie diversa dalla tua ? innaturale allora esiste e bevi il latte di mandorle?

Qui avete bannato il concetto latte... quindi il latte ? inutile.. soprattutto in et? adulta... perch? ricrearlo di soia o di mandorle?

Credo si chiami cos? perch? crea l'idea del latte x chi non lo pu? bere (intollerante o vegano) ed ? bianco, aromatizzato, arricchito con calcio, ecc...
Alla fine il latte di riso mandorle soia ? succo di frutta.

Il latte di mandorle ? buonissimo, molto rinfrescante d'estate e molto dolce...
Io lo bevo sin da piccola, le mie origini sicule mi hanno abituato.
Per? non c'entra proprio nulla col latte normale.
Domani provo a comprare quello di soya della marca che mi ha suggerito Kikka, cosi spero di riuscire a eliminare quello normale!

Inviato da: Shanti il venerdý, 07 ottobre 2005 - 16:00
Beh il problema ? che con la parola latte si d? per scontato che il concetto di latte sia qlc di solo mammifero e soprattutto vaccino, in realt? ? un modo per definire alcuni tipi di liquidi densi, poi c'erto c'? l'aspetto psicologico..

Perch? lo bevo? Perch? mi piace, perch? posso metterci i cereali e i biscotti, ? uno dei tanti modi di sfruttare la soia, la domanda non ? perch? berlo, ma perch? non farlo?


Inviato da: enrico_vegan il venerdý, 07 ottobre 2005 - 16:03
QUOTE (Cubetto @ venerd?, 07 ottobre 2005 - 16:33)
Qui avete bannato il concetto latte... quindi il latte ? inutile.. soprattutto in et? adulta... perch? ricrearlo di soia o di mandorle?

Non si ? bannato il concetto di latte.

il fatto ? che ora per *latte* si intende solo *latte vaccino di animali (mucca, capra, bufala, ...)*.

scientificamente, penso che latte sia un attributo che si applichi a degli alimenti che presentino determinate propriet?, ma non saprei spiegarmi in questo.

i vegan, per entrare nello specifico, bannano il latte vaccino animale.

Inviato da: container74 il venerdý, 07 ottobre 2005 - 22:48
QUOTE (kedi @ gioved?, 06 ottobre 2005 - 16:31)

Perch? ti incazzi troppo, tutto per te ?, come si suol dire " a botta calda".
Lascia passare 15 anni e poi mi dirai quanto ne hai pieni i coglioni di essere aggressivo per un caxxo.



P.S. Scusatemi il "francesismo" dell'espressione.....

cgoofy.gif ciao a tutti, interessante la discussione!!! ho letto con molto interesse tutti i vostri post cmellow.gif (kedy poi mi spieghi in privato questa tua espressione hehehehehe) ciaooooooooooooooooooo

P.s. probabilmente rilascero' una mia opinione sull'argomento.....forse cgoofy.gif

Inviato da: Shanti il sabato, 08 ottobre 2005 - 18:06
Sono contenta Lele cgoofy.gif

Inviato da: Lory il lunedý, 20 novembre 2006 - 16:46
QUOTE (enrico_vegan @ venerdý, 07 ottobre 2005 - 16:03)


i vegan, per entrare nello specifico, bannano il latte vaccino animale.

ciao! come mai solo il latte vaccino? pura curiositÓ...non sono vegan ma sono interessata molto a saperne di pi¨...e non sono per niente interessata alle polemiche...Ŕ la prima volta che leggo questa discussione..quello di capra ad esempio un vegan lo beve?

Inviato da: oritt il lunedý, 20 novembre 2006 - 17:46
No, non solo quello vaccino. Ma tutti gli alimenti di origine animale.
Niente Carne e derivati
Niente latte di origine animale (qualsiasi animale) e derivati
Niente miele
Niente uova

E non vestono con lana, seta e naturalmente pelle e pellicce!

Inviato da: Lory il lunedý, 20 novembre 2006 - 20:19
ah grazie,forse avevo inteso male... cwink.gif ma...come mai niente miele? e niente seta? in questi casi forse gli animali non soffrono....sulla lana anche lý sono perplessa,ma avevo letto qualcosa di brutto che succede alle pecore su questo forum,x cui questo lo comprendo meglio....ah ma forse sono fuori argomento...era solo il latte la discussione...adesso arriva Liulai e mi cazzia!! gattofaccina258.gif grazie cmq x il chiarimento... cbiggrin.gif

Inviato da: Lory il lunedý, 20 novembre 2006 - 20:23
sarei molto curiosa di provare i latti "finti" come quelli che avete detto,di soia e di mandorle....vi far˛ sapere!!! cwacko.gif Ŕ sempre molto interessante saperne di pi¨ su queste cose.... un'altra domandina: da dove si ricava il calcio con una dieta vegan?

Inviato da: Miss Bastet il lunedý, 20 novembre 2006 - 20:38
Il tofu Ŕ una buona fonte di calcio... cwink.gif

Inviato da: oritt il lunedý, 20 novembre 2006 - 20:45
QUOTE (Lory @ lunedý, 20 novembre 2006 - 20:19)
e niente seta? in questi casi forse gli animali non soffrono....

Credo che tu non sappia come viene prodotta la seta.
Per farla i Bachi vengono uccisi nei forni, non Ŕ propriamente un porcedimento privo di sofferenza.

Per il latte: io compro quello di Soya della Alpro (addizionato con calcio) e il suo gusto mi piace. Invece non sopporto quello di Riso (troppo dolciastro).
Non ho mai provato quello di mandorle.

Per il calcio (anche considerando che un veg ne disperde meno di un onnivoro) mi attengo (NON in modo scrupoloso) a queste raccomandazioni:

http://www.vegpyramid.info/raccomandazioni/calcio.html

Inviato da: Lory il mercoledý, 22 novembre 2006 - 15:55
cavolo,non pensavo assolutamente che la seta venisse prodotta cosý! che barbarie! mah....grazie x le info,quando prover˛ il latte ve lo far˛ sapere!magari scopro che mi piace.... cwink.gif

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)