La LibertÓ Degli Animali Da Carne
Shanti
Inviato il: lunedý, 21 novembre 2005 - 20:09
Citeer Bericht


Ipergatto
*******

Group Icon

Messaggi: 11032
Iscritto il: lunedý, 28 marzo 2005 - 00:13





Cosa Ŕ per voi la libertÓ degli animali? Quanto conta?
Lasciamo fuori da questo post i termini onnivoro e vegano e proviamo a pensarci..

Quando si parla di queste tematiche si insiste sempre sul discorso morte, non mangio animali per non farli morire, oppure li mangio perch? anche il leone mangia la sua preda ecc.
Insomma i soliti discorsi.

Io ho fatto certe scelte, ma una delle motivazioni pi¨ grandi e degli aspetti per me essenziali Ŕ il valore della libertÓ.
Il diritto di nascere liberi, vivere liberi secondo natura e morire secondo natura per opera di un predatore o di vecchiaia poco importa, fino all'ultimo respirare la libert? nel bene e nel male.

Io amo molto la libertÓ e credo sia una delle conquiste + grandi per gli umani e spero che la schiavit¨ e tutte le altre forme di prigionia e sottomissione verso esseri umani spariscano per sempre.

Questo grande valore per˛, non lo riesco a pensare solo in chiave umana, ma anche animale.
Per questo sono pi¨ contro gli allevamenti che contro i cacciatori (non sportivi).

PerchŔ per quanto si possano migliorare le condizioni, questi animali restano SCHIAVI.
Nascono, crescono, vivono, mangiano e muoiono in modo artificiale non naturale e soprattutto non sono liberi.

La natura a volte Ŕ molto violenta e nella libertÓ naturale ci sono forse + rischi che negli allevamenti, ma Ŕ un gioco che per quanto duro Ŕ ad armi pari, non c'Ŕ un padrone, non c'Ŕ un'imposizione, Ŕ un ritmo e una catena naturale volta a preservare degli equilibri.

L'uomo ha rotto la catena con l'allevamento.
FinchŔ era cacciatore, faceva esattamente quello che fanno tutti i predatori, lui aveva delle chance per cacciare, le prede per scappare e altri predatori per cacciarlo.

Questa catena s'Ŕ spezzata: ora moltissime specie sono completamente dipendenti da lui: alcune pi¨ fortunate (ma nemmeno sempre) come compagni di vita, amati e coccolati altri semplicemente sfruttati e schiavizzati.
C'Ŕ chi propone di migliorare queste prigioni, ma una gabbia per quanto la si possa cercare di rendere dorata, rimane sempre una gabbia.

Non so voi, ma io odio le gabbie di qualsiasi tipo e in questo diritto alla libertÓ ci credo con tutto il cuore, i discorsi di dolore e morte sono quelli dell'"IMMEDIATO", ma poi quello che mi fa stare pi¨ male Ŕ il discorso SCHIAVITU' ANIMALE" e la prigionia degli animali da carne.

Ora non voglio riflettere con voi nŔ in modo nutrizionale, nŔ fisiologico, non Ŕ un post su fa bene o no la carne, serve o no, Ŕ un post SOLO SULLA LIBERTA'/PRIGIONIA DEGLI ANIMALI DETTI DA CARNE (non solo in senso occidentale quindi anche cani e gatti) e vorrei sapere cosa ne pensate, senza perdersi in polemiche e battibecchi da entrambe le parti.

C'Ŕ qualche giustificazione possibile alla schiavit¨ animale?
Abbiamo il diritto noi animali
Se si perchŔ?

Ovviamente io penso di no, per? credo ci si perda troppo in discorsi nutrizionali o di morte, che per quanto importanti offuscano questo aspetto importantissimo che Ŕ la LIBERTA'.
PBEmail gebruiker
Top
Amuk
Inviato il: giovedý, 24 novembre 2005 - 21:07
Citeer Bericht


Supergatto
*****

Group Icon

Messaggi: 2618
Iscritto il: mercoledý, 21 settembre 2005 - 09:42

puglia



Sono completamente daccordo con te, privare della liber? un essere vivente ? orrendo..per me pi? dell'uccidere ccry.gif
La caccia ? un argomento difficile secondo me... non accetto quella "sportiva", fatta solo per divertimento..per? capisco quella fatta per sopravvivere da alcune popolazioni, perch? ? come il rapporto leone-gazzela, si uccide per sopravvivere...
Non so, ora ho la testa incasinata ctrance.gif appena posso scrivo qualcosa di pi? lungo e sensato cwink.gif


--------------------
PBEmail gebruiker
Top
Sara
Inviato il: sabato, 07 gennaio 2006 - 03:58
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 404
Iscritto il: giovedý, 29 settembre 2005 - 22:44





QUOTE (Cokolada @ luned?, 21 novembre 2005 - 20:09)
Cosa ? per voi la libert? degli animali? Quanto conta?
Lasciamo fuori da questo post i termini onnivoro e vegano e proviamo a pensarci..

Quando si parla di queste tematiche si insiste sempre sul discorso morte, non mangio animali per non farli morire, oppure li mangio perch? anche il leone mangia la sua preda ecc.
Insomma i soliti discorsi.

Io ho fatto certe scelte, ma una delle motivazioni pi? grandi e degli aspetti per me essenziali ? il valore della libert?.
Il diritto di nascere liberi, vivere liberi secondo natura e morire secondo natura per opera di un predatore o di vecchiaia poco importa, fino all'ultimo respirare la libert? nel bene e nel male.

Io amo molto la libert? e credo sia una delle conquiste + grandi per gli umani e spero che la schiavit? e tutte le altre forme di prigionia e sottomissione verso esseri umani spariscano per sempre.

Questo grande valore per?, non lo riesco a pensare solo in chiave umana, ma anche animale.
Per questo sono pi? contro gli allevamenti che contro i cacciatori (non sportivi).

Perch? per quanto si possano migliorare le condizioni, questi animali restano SCHIAVI.
Nascono, crescono, vivono, mangiano e muoiono in modo artificiale non naturale e soprattutto non sono liberi.

La natura a volte ? molto violenta e nella libert? naturale ci sono forse + rischi che negli allevamenti, ma ? un gioco che per quanto duro ? ad armi pari, non c'? un padrone, non c'? un'imposizione, ? un ritmo e una catena naturale volta a preservare degli equilibri.

L'uomo ha rotto la catena con l'allevamento.
Finch? era cacciatore, faceva esattamente quello che fanno tutti i predatori, lui aveva delle chance per cacciare, le prede per scappare e altri predatori per cacciarlo.

Questa catena s'? spezzata: ora moltissime specie sono completamente dipendenti da lui: alcune pi? fortunate (ma nemmeno sempre) come compagni di vita, amati e coccolati altri semplicemente sfruttati e schiavizzati.
C'? chi propone di migliorare queste prigioni, ma una gabbia per quanto la si possa cercare di rendere dorata, rimane sempre una gabbia.

Non so voi, ma io odio le gabbie di qualsiasi tipo e in questo diritto alla libert? ci credo con tutto il cuore, i discorsi di dolore e morte sono quelli dell'"IMMEDIATO", ma poi quello che mi fa stare pi? male ? il discorso SCHIAVITU' ANIMALE" e la prigionia degli animali da carne.

Ora non voglio riflettere con voi n? in modo nutrizionale, n? fisiologico, non ? un post su fa bene o no la carne, serve o no, ? un post SOLO SULLA LIBERTA'/PRIGIONIA DEGLI ANIMALI DETTI DA CARNE (non solo in senso occidentale quindi anche cani e gatti) e vorrei sapere cosa ne pensate, senza perdersi in polemiche e battibecchi da entrambe le parti.

C'? qualche giustificazione possibile alla schiavit? animale?
Abbiamo il diritto noi animali
Se si perch??

Ovviamente io penso di no, per? credo ci si perda troppo in discorsi nutrizionali o di morte, che per quanto importanti offuscano questo aspetto importantissimo che ? la LIBERTA'.

Grande post!
PBEmail gebruiker
Top
ixion
Inviato il: sabato, 07 gennaio 2006 - 12:48
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 385
Iscritto il: mercoledý, 04 gennaio 2006 - 13:21

Torino



Grande Cokolada!!
In quanto vegana e animalista, appoggio col cuore ogni tua parola.


--------------------
Gli animali sono miei amici ed io non mangio i miei amici (G.B.Shaw)

user posted imageDANIELA

Non c'Ŕ modo per cui da solo possa cambiare il mondo, ma mi vergognerei di far passare un solo giorno senza provarci (I.Asimov)
PBEmail gebruiker
Top
Daniele
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 10:06
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 381
Iscritto il: lunedý, 06 febbraio 2006 - 10:59





Noto con dispiacere che questo post non ha avuto il "successo" che meritava.

Dici cose che condivido pienamente, aggiungo soltanto un elemento che "pesa" ancora di pi? sulla negativit? della pratica dell'allevamento... e cio? il fatto che questa pratica ? destinata a perpetuarsi all'infinito, con nascite senza sosta di animali soltanto allo scopo di crescere, quel che basta, per poi essere uccisi e sostituiti da altri animali che seguiranno lo stesso triste destino. Una catena senza fine. E' orribile. Considerare gli animali come "risorse rinnovabili". ccry.gif


--------------------
Mangiar carne Ŕ un omicidio premeditato a scopo di libidine e digerirla Ŕ occultamento di cadavere. (Pino Caruso, attore comico, siciliano)

-----

"Vivere semplicemente, per permettere agli altri semplicemente di vivere"

Carta d'identitÓ:
Phoebe*Merlino
*
PBEmail gebruikerGebruikerMSN
Top
trinity
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 12:16
Citeer Bericht


Supergatto
*****

Group Icon

Messaggi: 2014
Iscritto il: venerdý, 23 settembre 2005 - 22:59

Roma/Milano



Ho visto solo ora questo post ma avevo intenzione di aprirne un altro solo per poi chiedere delucidazioni sul pensiero dei vegani e/o vegetariani perch? sono molto incuriosita e affascinata dal vostro pensiero.

Qualche sera fa, stavo guardando su National Geographic, un servizio sull'orso bianco. La mia mente ha fatto capolino sugli esquimesi o comunque popolazioni che vivono nel circolo polare artico o i zona.

La domanda che mi sono posta ?: "ma i vegani e/o vegetariani, cosa ne pensano del fatto che gli esquimesi si nutrono del grasso delle foche per poter sopravvivere in un ambiente tanto proibitivo?? E cosa pensano del fatto che in quei luoghi si ? costretti ad indossare una pelliccia di animale per scaldarsi??". Concordo assolutamente con voi che indossare le pellicce sia un aberrazione, altrimenti Dio ci avrebbe lasciati pelosi come quando vivevamo nelle caverne, infatti oltre a ritenere ripugnante una persona che le acquista, vedere una donna che a Roma (dove la minima temperatura invernale media ? di 5? quando fa freddissimo...) ? pure ridicola................

Ma per le popolazioni che vivono nei paesi cos? al nord, dove v'? una temperatura sotto i -30? e devono quindi avere un atteggiamento ben diverso nel confronto della vita stessa, li giustificate o comunque che ne pensate??????????


--------------------
PBEmail gebruiker
Top
Daniele
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 12:27
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 381
Iscritto il: lunedý, 06 febbraio 2006 - 10:59





Rispondo semplicemente quotando quanto scritto sopra da Amuk.

QUOTE
La caccia ? un argomento difficile secondo me... non accetto quella "sportiva", fatta solo per divertimento..per? capisco quella fatta per sopravvivere da alcune popolazioni, perch? ? come il rapporto leone-gazzella, si uccide per sopravvivere...


La cosa che invece mi lascia qualche dubbio non ? tanto riferita a quelle popolazioni che vivono ancora di caccia e raccolta, quanto per esempio a quelle situazioni di popolazioni, specie in Africa, che vivono di pastorizia... e che nello "sfruttamento" degli animali hanno la loro unica fonte di sostentamento. Si, ? vero, si tratta sempre di una forma di sfruttamento... per? non mi sento di condannarla in toto. E voi? (La domanda ovviamente ? riferita pi? che altro ai veg... cbiggrin.gif)

Messaggio modificato da Daniele il giovedý, 23 marzo 2006 - 12:34


--------------------
Mangiar carne Ŕ un omicidio premeditato a scopo di libidine e digerirla Ŕ occultamento di cadavere. (Pino Caruso, attore comico, siciliano)

-----

"Vivere semplicemente, per permettere agli altri semplicemente di vivere"

Carta d'identitÓ:
Phoebe*Merlino
*
PBEmail gebruikerGebruikerMSN
Top
Amuk
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 12:37
Citeer Bericht


Supergatto
*****

Group Icon

Messaggi: 2618
Iscritto il: mercoledý, 21 settembre 2005 - 09:42

puglia



Daniele mi hai anticipata cbiggrin.gif
In condizioni estreme capisco sia la caccia per cibo che pellicce, tant'? che mi sembra assurdo l'accanimento contro la caccia alle foche.. Ok, si dovrebbe perlomeno evitare di uccidere i cuccioli, ma se l'alternativa per gli esquimesi ? morire di fame.. beh li capisco (sempre evitando di farli soffrire durante l'uccisione).
Cos? come capisco il cacciatore africano che caccia la gazzella, altrimenti morirebbe di fame. Il rapporto ? paritario, l'uomo ha le stesse possibilit? di riuscire ad uccidere la gazzella quanto la gazzella ne ha di sopravvivere.
Qui in occidente si pu? vivere benissimo da vegan, perci? non concepisco l'allevamento ( = privazione della libert? e, come ha detto Daniele, una catena senza fine) e la caccia sportiva.


--------------------
PBEmail gebruiker
Top
Sara
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 12:50
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 404
Iscritto il: giovedý, 29 settembre 2005 - 22:44





QUOTE (Daniele @ gioved?, 23 marzo 2006 - 12:27)
in Africa, che vivono di pastorizia... e che nello "sfruttamento" degli animali hanno la loro unica fonte di sostentamento. Si, ? vero, si tratta sempre di una forma di sfruttamento... per? non mi sento di condannarla in toto. E voi?

Nemmeno io lo condanno, ovviamente.

Teniamo per? sempre conto dello spreco di risorse.
Quello che potrebbe essere utilizzato per dare da mangiare e bere agli esseri umani, viene "sprecato" per animali da allevamento, che ovviamente finiranno nello stomaco solo di quelli che se lo possono permettere, non dei poveracci.
PBEmail gebruiker
Top
Daniele
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 12:58
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 381
Iscritto il: lunedý, 06 febbraio 2006 - 10:59





QUOTE (Sara @ gioved?, 23 marzo 2006 - 12:50)
Teniamo per? sempre conto dello spreco di risorse.
Quello che potrebbe essere utilizzato per dare da mangiare e bere agli esseri umani, viene "sprecato" per animali da allevamento, che ovviamente finiranno nello stomaco solo di quelli che se lo possono permettere, non dei poveracci.

Sara, mi riferisco a quelle situazioni di vita comunitaria in cui non c'? la distinzione fra chi ? povero e chi ? ricco...

... riguardo allo spreco di risorse, mi viene il dubbio che in certe condizioni ambientali l'allevamento degli animali sia una delle attivit? pi? "redditizie". Ma il mio ? soltanto un dubbio, confermato in parte dal fatto che se certe popolazioni scelgono di vivere in un certo modo qualche motivo ci sar?, dato che cmq non sono certo popolazioni che possono essere definite "lussuriose" (insomma non credo che lo facciano perch? gli piace la carne, per intenderci).

Ci sono pareri pi? autorevoli al proposito?

E' plausibile che in certe condizioni ambientali l'allevamento degli animali sia l'unica forma di sopravvivenza?


--------------------
Mangiar carne Ŕ un omicidio premeditato a scopo di libidine e digerirla Ŕ occultamento di cadavere. (Pino Caruso, attore comico, siciliano)

-----

"Vivere semplicemente, per permettere agli altri semplicemente di vivere"

Carta d'identitÓ:
Phoebe*Merlino
*
PBEmail gebruikerGebruikerMSN
Top
Sara
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 13:02
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 404
Iscritto il: giovedý, 29 settembre 2005 - 22:44





Beh guarda che l'intera Africa vive di allevamento e pesca, molti dei prodotti vengono poi portati in occidente o nelle zone pi? ricche.

Poi di queste situazioni comunitarie non so nulla, parlo a livello macro ;)
PBEmail gebruiker
Top
patata
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 13:29
Citeer Bericht


Ipergatto
*******

Group Icon

Messaggi: 12593
Iscritto il: giovedý, 14 luglio 2005 - 15:23

Casa Mia!



QUOTE (Daniele @ gioved?, 23 marzo 2006 - 12:58)

E' plausibile che in certe condizioni ambientali l'allevamento degli animali sia l'unica forma di sopravvivenza?

Si. Ma non ? certamente un allevamento come lo intendiamo noi. Non ? atto alla vendita ma alla produzione per autosostentamento (e non basta).
Basta pensare alla situazione geografica di determinate zone nel mondo e alle loro risorse. Non hanno nulla, ne la possibilit? economica di coltivare o di industrializzarsi. La caccia inoltre ? quasi esclusivamente riservata ai grandi predatori. Piccole prede non ne eistono quasi e per le grandi prede mancano le risorse. Tutto questo porta al fatto che l'allevamento (una capra e una mucca se va bene per famiglia) ? indispensabile


--------------------
PBEmail gebruikerGebruikerMSN
Top
Daniele
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 13:37
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 381
Iscritto il: lunedý, 06 febbraio 2006 - 10:59





QUOTE
Si. Ma non ? certamente un allevamento come lo intendiamo noi. Non ? atto alla vendita ma alla produzione per autosostentamento (e non basta).


Mah, sul fatto che non basti non ne sono poi cos? tanto sicuro.

QUOTE
Basta pensare alla situazione geografica di determinate zone nel mondo e alle loro risorse. Non hanno nulla, ne la possibilit? economica di coltivare o di industrializzarsi.


L'allevamento richiede risorse basilari come acqua e foraggio, che forse "tecnicamente" potrebbero essere usate in modo migliore (forse, dico).

Sulla non possibilit? di coltivare, eventualmente credo dipenda pi? da fattori climatici che non da fattori economici.

Ci vorrebbe un africanista! csmile.gif


--------------------
Mangiar carne Ŕ un omicidio premeditato a scopo di libidine e digerirla Ŕ occultamento di cadavere. (Pino Caruso, attore comico, siciliano)

-----

"Vivere semplicemente, per permettere agli altri semplicemente di vivere"

Carta d'identitÓ:
Phoebe*Merlino
*
PBEmail gebruikerGebruikerMSN
Top
patata
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 13:43
Citeer Bericht


Ipergatto
*******

Group Icon

Messaggi: 12593
Iscritto il: giovedý, 14 luglio 2005 - 15:23

Casa Mia!



QUOTE (Daniele @ gioved?, 23 marzo 2006 - 13:37)
QUOTE
Si. Ma non ? certamente un allevamento come lo intendiamo noi. Non ? atto alla vendita ma alla produzione per autosostentamento (e non basta).


Mah, sul fatto che non basti non ne sono poi cos? tanto sicuro.


Questa mi ha lasciato davvero di stucco!
Ho fatto richiesta l'anno scorso per partire con le Ong e sono in attesa. Prima della candidatura devi a prescindere avere un informazione di base e comunque seguire dei corsi inerenti alle varie situazioni sociopolitiche, economiche e culturali.
Mi lascia stupita davvero che tu dica una cosa del genere. I milioni di morti non li fanno solo le malattie o le guerre. Non posso concepire il chiudere gli occhi davanti alla denutrizione.

Ti ho citato le economiche perch? ? la causa principale. Le situazioni climatiche possono essere "modificate" con i soldi nel senso che... portando un esempio banale... un acquedotto pu? essere costrutio ovunque avendo il vile denaro.


--------------------
PBEmail gebruikerGebruikerMSN
Top
patata
Inviato il: giovedý, 23 marzo 2006 - 13:47
Citeer Bericht


Ipergatto
*******

Group Icon

Messaggi: 12593
Iscritto il: giovedý, 14 luglio 2005 - 15:23

Casa Mia!



QUOTE (Daniele @ gioved?, 23 marzo 2006 - 13:37)

QUOTE
Basta pensare alla situazione geografica di determinate zone nel mondo e alle loro risorse. Non hanno nulla, ne la possibilit? economica di coltivare o di industrializzarsi.


L'allevamento richiede risorse basilari come acqua e foraggio, che forse "tecnicamente" potrebbero essere usate in modo migliore (forse, dico).


l'allevamento su grande scala si. Io parlavo di allevamento in piccolo. Un capra e una mucca non bevono come un capo di grano. cbiggrin.gif
In quanto alla capra poi, si adatta un po a tutto, anche a situazioni climatiche proibitive.

Ho un caro amico che ha adottato 5 bimbi che vengono dall'etiopia. Li fuori dalle grandi citt?, avere qualche capra ? l'unica cosa che ti salva dal morire di fame


--------------------
PBEmail gebruikerGebruikerMSN
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

OnderwerpoptiesPagine: (3) [1] 2 3  Reageren op onderwerpStart nieuw onderwerpStart poll

 

 


MKPortal M1.1 Rc1 ©2003-2005 All rights reserved
0.58669 11