Gli Inserimenti., Dal secondo micio in poi...
Shanti
Inviato il: mercoledì, 25 aprile 2007 - 21:15
Citeer Bericht


Ipergatto
*******

Group Icon

Messaggi: 11032
Iscritto il: lunedì, 28 marzo 2005 - 00:13





Molto spesso parliamo di questo argomento e tante persone espongono paure e ansie per gli inserimenti di eventuali nuovi mici.

Le risposte si stanno uniformando e ampliando sempre di più, ma spesso escono i soliti luoghi comuni, a volte persino da chi ha esperienza coi mici.
Questa è la mia opinione in merito, non di certo il verbo, nei post dove non sono preparata evito sempre di intervenire, se apro questo post è perchè negli ultimi anni tra affidi e altre situazioni mi sono capitati davvero tanti casi intermiciosi, ma anche di mici con altri animali, quindi se può essere di aiuto a qualcuno ben venga.

Vogliamo sfatare insieme un po' di pregiudizi, credenze e consigli stile della nonna che sono sugli inserimenti miciosi?

Sicuramente ci sono gradi di facilità, ma nessuna regola vera sulla caratteristica dei mici, OGNI INSERIMENTO E' UN MONDO A SE', da valutare volta per volta.

1 Non è vero che sono inseribili solo cuccioli e non è vero che coi cuccioli è sempre più facile, dipende tutto dalla situazione, è leggermente più semplice, ma spesso solo in apparenza.
Un micio cucciolo nella maggioranza dei casi ha una difficoltà di inserimento pari a un adulto bonaccione e socievole, con la differenza che del secondo puoi essere sicuro del carattere, coi cuccioli no e bisogna affrontare il cambiamento e il momento delicato della maturità sessuale e degli ormoni mentre si aspetta l'età per la sterilizzazione.
Sicuramente però rimane una delle situazioni più facili, specialmente per chi ha poca esperienza e non si intende molto di mici.
Inserirlo però con un adulto può avere diversi rischi data la diversità di necessità, esigenze, tempi, giochi e soprattutto possibilità di difendersi.
Molto spesso accade che venga scelta come soluzione con mici adulti difficili, cresciuti da soli, per la mia esperienza è da evitare soprattutto con gattini piccoli per i seguenti motivi:
-frenesia del gioco come fattore irritante dell'adulto che ama la sua tranquillità;
-in un'eventuale zuffa il piccolo può farsi male seriamente;
-i cuccioli (soprattutto quelli poco socializzati) nella loro esuberanza e inesperienza possono fraintendere dei segnali degli adulti con brutte conseguenze.

In questi casi, anche se a molti sembra assurdo, la scelta più consigliata è un micio adulto molto calmo e sereno, o al massimo un cucciolone sterilizzato da un po'.
E' come una legge di compensazione, col micio unico facile all'irritazione, un bonaccione zen può essere forse l'unica soluzione alla vita solitaria.

2 Meglio prendere un micio del sesso opposto.
Questa è la credenza più ridicola e resistente, se proprio si vuole fare un discorso generale (che però ha senso fino a un certo punto in questi casi) si può dire meglio un maschio sterilizzato da un po' di tempo.
Ma anche qui ci sono mille eccezioni.
La verità è sempre la stessa, ogni micio è una storia diversa e fissarsi su questo parametro è abbastanza ingenuo e in alcuni casi controproducente.
L'unica è analizzare il proprio micio e da lì scegliere l'INDIVIDUO più adatto, al di là del sesso.
Ci sono esempi di mici dello stesso sesso affiatati tanti quanti quelli di mici di sesso opposto, affidarsi a questo consiglio non ha senso ed è ora di smettere di darlo stile 100 colpi di spazzola ai capelli detto dalla nonna.

3 Numero dei mici.
Molte persone hanno il terrore che un micio in più alla coppia o altro possa sconvolgere l'equilibrio, questo è possibile, ma non è una probabilità, solo il risultato di una cattiva scelta del soggetto inserito, oppure data da un errore di inserimento stesso.
Non ci sono numeri ideali o altro, le colonie feline insegnano che anche tanti gatti possono convivere felicemente, il punto è lo spazio e la disponibilità di cibo e attenzioni.
Per assurdo se uno ha una megavilla, tempo e personale ci può far vivere anche 50 mici tutti insieme felicemente.
Per capire quali sono i propri limiti, se ci si sta facendo prendere da facili entusiasmi non responsabili o da paranoie inutili quando invece un micio in più ci starebbe bene, bisogna autoanalizzare la propria situazione basandosi su tempo per manutenzione e coccole, umani di casa di riferimento, sistemazione durante le vacanze e poi ovviamente la grandezza della casa.
Anche qui è tutto relativo.


Davanti al desiderio di un micio in più bisogna farsi e fare qualche analisi o farsi aiutare nel farla, per scegliere la soluzione migliore.

1 Posso permettermi economicamente un altro micio?
2 Ho davvero voglia di aumentare coccole, cure e attenzioni?
3 Sono pronto ad affrontare anche la sfida dei primi tempi di inserimento?
4 Ho la pazienza e l'autocontrollo per gestire un inserimento anche se ho un micio difficile?
5 Sono d'accordo gli altri umani di casa e pronti per collaborare al nuovo arrivo?

Se le risposte sono tutte si convinti si può entrare nella fase più importante: la ricerca del micio giusto.
I mici sono tutti belli e adorabili, ma nel caso si abbia la possibilità di scelta (quindi non casi tipo trovo il micio ecc) bisogna prendersi tempo e usare un po' di razionalità, anche se a volte è difficile e si "strempia" per portarsi a casa un patatone, appena scelto di aumentare la famiglia.
Questo aspetto è essenziale soprattutto per chi non ha grande esperienza di mici e inserimenti e può fare la differenza a livello di conseguenze e valutazione finale positiva dell'inserimento.

Quando non si hanno mici bastano poche regole per scegliere un gatto, ma quando si ha già almeno un micio bisogna ricordarsi di mettere davanti le sue esigenze ai propri gusti.
Su questa cosa bisogna stare attenti alle "autobugie" che spesso ci si racconta, per amore a prima vista di un micio, per un caso strappacuore o altro.

Se i propri mici sono sotto l'anno di età si può andare più tranquilli e nel caso la soluzione probabilmente più felice è prendere un coetaneo, oppure un adulto bonaccione, magari con istinto protettivo (tipologia che spesso si trova in molti rifugi vedendolo a contatto con gli altri).
I cuccioli di età diverse sono facili da inserire, ma essendoci diverse fasi di gioco, comunicazione e apprendimento di regole di comportamento, se si può meglio andare su un cucciolo coetaneo.

Se i propri mici sono adulti e sereni, si può valutare la possibilità di scegliere un micio anche un po' sfortunato, non semplicissimo di carattere o con problemi, dandogli una possibilità che difficilmente troverebbe.
Per questi casi però bisogna un po' avere lo spirito di avventura e di ricerca di soluzioni per l'inserimento, ma per chi lo sceglie dà una soddisfazione e gioia senza eguali.
In un certo senso i propri mici fanno pet-therapy agli altri e nel caso di mici problematici o disabili possono nascere storie di amicizia incredibili e ottenere risultati che in case senza altri mici non ci si sogna nemmeno.
Ovviamente bisogna sentirsela e convivere coi mici adatti.

Se i propri mici o micio sono problematici si fa un po' il lavoro opposto e un gatto patatone, bonaccione e socievole può anche far migliorare la situazione dei propri gatti.
Per la scelta del micio giusto bisogna ragionare sulla singola situazione.

Per chi ha mici misti: un po' sereni e socievoli e qualcuno problematico, il procedimento di inserimento è essenziale.
Bisogna assolutamente dividere casa e tenere per il tempo necessario i soggetti difficili da soli e fare il vero inserimento solo con i mici ok.
Quando la situazione è serena si procede con gli altri, ma a quel punto si scoprirà che tutto diventa più facile e i bonaccioni saranno un aiuto grandissimo.
E' una soluzione ottima anche nel caso di tanti mici, la gradualità, il tempo e la pazienza possono vincere anche le situazioni che si credevano impossibili.
Il tutto (per motivi di tempi umani) si può anche diluire in base alle proprie esigenze, ovviamente per farlo bisogna avere un minimo di spazio e giocare sulla divisione degli ambienti per il periodo di inserimento.

I gatti non davvero inseribili sono veramente rari, quindi per chi ha voglia sul serio di inserire un micio le soluzioni ci sono, basta non buttarsi alla carlona, ma procedere in modo anche un po' razionale, analizzando reazioni ogni volta e procedendo per tentativi.

Una linea di raccomandazioni generali per l'inserimento potrebbe essere questa:

-Essere zen: mantenere la calma in qualsiasi situazione e comunicarla ai mici.

-Evitare gridolini e allontanare persone ansiose e che si spaventano per soffi o versi strani dei mici durante l'inserimento.

-Non fare cat-watching durante l'inserimento, soprattuto con persone che non abitano nella casa, parenti o amici curiosi fuori.

-Ricordarsi dell'abitudine, dei ritmi normali di casa, non sconvolgerli, non cambiarli durante l'inserimento.

-Non stare addosso ai mici, non interferire troppo, non forzare la socializzazione durante l'inserimento.
Se si vuole coinvolgerli o incuriosirli usare giochini (nuovi e neutri) collettivi tipo quelli coi fili o altro che allentino la tensione nell'osservazione reciproca dei mici.

-Non fare vedere subito il nuovo micio ai mici di casa, ma chiuderli in una stanza (magari riempiti di pappa) e lasciare che il nuovo arrivato stia almeno un'ora libero in esplorazione delle restanti stanze.
Se è socievole con gli umani si può seguirlo e coccolarlo durante la scoperta, se è un soggetto pauroso, bisogna lasciarlo solo (magari intanto coccolando gli altri) in piena libertà esplorativa.
Questo perchè un micio che non conosce un territorio tende all'aggressività, ai versi e all'attacco, un micio che conosce vie di fuga o s'è fatto un'idea minima delle zone, è sempre più sereno o cmq meno spaventato, cosa essenziale quando vedrà gli altri.

-Non bisogna farsi spaventare da urla, versi e soffi, un micio che li fa minaccia, ma non ha ancora deciso di attaccare, l'attacco arriva dopo casomai, un micio troppo silenzioso, ma che punta è molto più pericoloso.
Nel caso intervenire solo se c'è vero rischio per la loro sicurezza, altrimenti un minimo di contatto fisico tra due soggetti allo stesso livello di forza è essenziale, uno dei due deve sottomettersi e spesso è necessaria qualche zampata, ovviamente se fosse seria o violenta separarli immediatamente.
Per gestire queste cose (di solito in caso di mici difficili o unici) bisogna sempre mantenere la calma e importantissimo è il rapporto e l'ubbidienza che si ha con i propri mici, abituarli soprattutto ai richiami sonori (voce, battito di mani e piedi) è la cosa più comoda durante l'inserimento e da usare al primo soffio e ripetersi a ogni atto ostile.
E' modo per controllare e far capire la vostra posizione ai propri mici (ma comprensibile alla maggioranza dei mici quindi anche al nuovo tranne casi particolari) e gestirla a distanza, lasciandoli comunque entrare a contatto con l'altro.
Bisogna però saperlo fare, non serve chissà che cosa, ma un minimo di polso e calma, le persone da vocine acute, urlettini e paura in tasca meglio che evitino, rischiano di rovinare l'inserimento.
Se invece si resta calmi e si trasmette loro un mix di autorevolezza e tranquillità anche casi difficili possono risolversi in poche ore o giorni.
Bisogna far capire che da un lato non ha senso agitarsi, non è cambiato nulla, c'è la solita vita di casa, i soliti rumori, orari o altro e dall'altro comunicare seccamente che chi dei propri crea problemi viene sgridato.
Magari vi terranno il muso qualche giorno, in questo caso non bisogna fare i mielosi cercando di conquistarli, ma andare avanti con la vita normale e magari compensare a coccole sonore e vocine dolci, che prima o poi faranno cedere anche gli offesi più acidi.

-Altra cosa essenziale è la pazienza, ci sono inserimenti che durano qualche ora e alcuni qualche mese, nel caso bisogna tenere duro anche quando tutto sembra inutile, i mici sanno sorprenderci e prima o poi anche gli acidi cedono.
Se l'inserimento fallisce nel 99% dei casi è perchè non si è stati capaci di gestirlo bene.
Per dirlo però devono passare un po' di mesi, ci sono tanti casi di mici che si sono soffiati per mesi e poi hanno fatto amicizia magari diventando inseparabili.
E' un'avventura, una volta fatta la scelta (che vale la metà della buona riuscita) è una sfida, non difficile come può sembrare, ma comunque un viaggio da affrontare con pazienza e perseveranza.

Io sconsiglio anche di riempire troppo di coccole o altro i propri mici durante l'inserimento, ho provato varie cose e alla fine quella che dà sempre più risultati e in meno tempo possibile è la tecnica del "nulla è cambiato, inutile che ti preoccupi", i gatti lo capiscono, al massimo devono vincere la paura o altro, ma poi accettano di buon grado.

Generalmente quando ho affidi del micile o catsitting tranne casi dove il contatto non è consigliabile, li lascio con i miei quando sono in casa, per l'inserimento anche di più mici (mi è capitato un massimo di 4 alla volta, ovviamente che si conoscevano tra loro) non ci ho mai messo più di due, massimo tre giorni, molto dipende da quanto tempo sono in casa, generalmente se ci sono almeno mezza giornata ci metto in media due giorni, ogni volta che esco però lascio gli altri mici in una stanzetta per loro.

Questo per far rilassare chi magari si è spaventato leggendo di soffi e urla, non è poi così difficile, basta un po' di volontà e serenità e l'inserimento può diventare tranquillo, figuriamoci nel caso di un micio alla volta e per sempre.

I miei mici non sono particolarmente bonaccioni, anzi alcune particolarmente acide, eppure si appiana tutto lo stesso (e dopo giocano persino con i nuovi), il trucchetto è l'averli resi ubbidienti (così gestisco la socializzazione usando i richiami sonori mentre faccio le mie cose), restare zen in qualsiasi caso e porsi coi propri in una situazione ci capo-branco benevolo.
Non serve trasformarli in cani o soldatini, basta far capire chi comanda e che se sono sereni c'è vantaggio per tutti, poi massima libertà.
La gerarchia non è estranea al gatto, le colonie ne sono la testimonianza, non è come coi cani, ma un minimo di autorevolezza ci vuole.
Questa cosa rende i mici molto più sereni, spesso attribuire acidità e comportamenti eccentrici all'essere gatto è sbagliato, un micio sano e sereno tende a essere socievole, ovviamente ex selvatici o traumatizzati e simili esclusi.

Questo vale anche per la socializzazione con gli altri esseri umani, invece di volersi il micio tutto per sè, senza forzature e coi tempi necessari, è sempre bene renderlo il più sereno e aperto possibile ai contatti con altri umani.


Per il resto per ogni scelta e inserimento ogni valutazione va personalizzata alla situazione specifica e parlarne nel forum, specialmente ancora prima della scelta, è un buon modo di iniziare e vivere un'esperienza bellissima e farla vivere nei migliori dei modi ai propri pelosi.
Un peloso socializzato e con compagni non umani è sicuramente un peloso più felice cwink.gif

Messaggio modificato da Sabrinik il domenica, 29 aprile 2007 - 11:58
PBEmail gebruiker
Top
trinity
Inviato il: mercoledì, 25 aprile 2007 - 23:06
Citeer Bericht


Supergatto
*****

Group Icon

Messaggi: 2014
Iscritto il: venerdì, 23 settembre 2005 - 22:59

Roma/Milano



Ottimo post.. veramente ottimo!!!!!!!!!


--------------------
PBEmail gebruiker
Top
Shanti
Inviato il: giovedì, 26 aprile 2007 - 11:08
Citeer Bericht


Ipergatto
*******

Group Icon

Messaggi: 11032
Iscritto il: lunedì, 28 marzo 2005 - 00:13





E' solo la mia opinione eh, però è prettamente empirica, niente dicorsi teorici, secondo me per te queste cose devi averlo fatto tante volte con diversi gatti, io mi ero letta molti libri, ma alla fine la pratica è ben altra cosa cshocked.gif


PBEmail gebruiker
Top
missmiss
Inviato il: giovedì, 03 maggio 2007 - 14:54
Citeer Bericht


Sfigatto


Group Icon

Messaggi: 4
Iscritto il: mercoledì, 11 ottobre 2006 - 18:33





gattofaccina349.gif io avevo una gatta unica, dopo un anno ho pensato di darle una compagnia. La mia era poco socievole, quindi ho scelto al gattile una gattina di circa 6 mesi con un carettere molto dolce e remissivo. La nuova voleva socializzare, ma la mia era restia. ci ho messo 20 giorni perchè si incontrassero senza soffi e 2 mesi per l'uso di una sola lettiera. ci vuole come dici tu molta pazienza e poca ansia (ma io ne avevo molta per paura di non riuscie)


--------------------
ALESSANDRA
PBEmail gebruiker
Top
Gioia
Inviato il: giovedì, 03 maggio 2007 - 15:36
Citeer Bericht


Unregistered









Io non ho grandissima esperienza di inserimenti...mi è capitato solo 2 o 3 volte.
Non ho mai usato particolari metodi....credo che la cosa migliore sia il buon senso e quel minimo di comprensione per quello che possono "pensare" sia i residenti che le new entry. Ci vuole un pochino di attenzione, nel senso che se si azzuffano ovviamente controllo che non sia violenza, ma fondamentalmente ho sempre diciamo fatto finta di niente: lascio che la situazione si evolva da sola, penso che sappiano meglio loro di me come comportarsi... io faccio la Grande Sorella, osservatrice discreta e silenziosa.
Le coccole non mancano mai a nessuno, e uno in più non ne toglie agli altri...ma ne aggiunge per me cbiggrin.gif cluv.gif
Top
rossa
Inviato il: venerdì, 04 maggio 2007 - 14:29
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 282
Iscritto il: venerdì, 13 gennaio 2006 - 16:11





post eccezionale!!!!
aggiungo solo una piccola cosa: l'unico caso in cui un inserimento è assolutamente sconsigliato,è quando si ha un gatto felv,ma non tanto per paura di contagio(c'è il vaccino) quanto per evitare stress al micio felv,perchè lo stress fa calare il sistema immunitario e quindi la malattia galoppa.Ovviamente,ci sono anche casi di gatti felv che hanno bisogno di una nuova compagnia perchè rimasti soli,e che magari non sono troppo sensib ili ai cambiamenti e ne risentono poco(anche se io credo che almeno un pò si stressino comunque).
PBEmail gebruiker
Top
dolcetitty
Inviato il: giovedì, 13 dicembre 2007 - 19:25
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 160
Iscritto il: martedì, 20 novembre 2007 - 12:26

pozzo d'adda



ciao ragazzi io ho adottato un mesetto fa paloma...ora si chiama luna...c'è la foto nella pagina iniziale del sito!!!! è la prima volta che mi capita un inserimento...ho sempre avuto animali in casa fin da piccola....cani, gatti,pesci,uccelli,criceti.....praticamente vivevo in uno zoo...ahahahahaha
quando sono andata a vivere da sola ho ereditato prima una e dopo un anno la seconda micia della mia amica che separandosi e tornando a casa dalla mamma non poteva più tenere....poi mi sono trasferita io in una casa più grande e non avendo più animali ho preso in canile un dobbermann femmina di 7 anni che adoravo e il cane che tuttora ho....42 kili di bontà di 19 anni ormai cieco e sordo che la mia piccola luna ha imparato già ad amare e le si strofina addosso appena può!!!!!!.....ma ho anche una micia trovata da amici in un sacchetto della spazzatura...era un batuffolino di circa 40 giorni che ovviamente è finita a casa mia e che è cresciuta in semi libertà abitando fuori milano in una casetta con giardino e diventata dolce e socievole con le persone tanto che si avvicina sempre a tutti nella speranza la facciano giocare ma cacciatrice che ogni giorno porta a casa volatili di ogni genere e grandezza che poi si mangia lasciandomi solo qualche penna, zampette e becco!!!! con lei ho qualche problemino....soffia e rogna quando entra in casa e vede luna ma io sono molto paziente e lascio che si avvicinino coi loro tempi anche se adesso la mia....flora... inizia ad essere più insistente e agressiva e ogni tanto da qualche zampata alla piccola luna che scappa!!!!! avendo letto sopra ora sono ancora più tranquilla e visto che anche se piccoli ogni giorno mi sembra di vedere dei miglioramenti terrò duro e vi farò sapere come sono andata!!!!!!! angelic.gif
un saluto a tutti cluv.gif anche da flora e luna!!!! e lucignolo anche se cagnone!!! cwink.gif
PBEmail gebruiker
Top
massimino
Inviato il: giovedì, 13 dicembre 2007 - 20:22
Citeer Bericht


Supergattone
******

Group Icon

Messaggi: 4424
Iscritto il: giovedì, 26 maggio 2005 - 08:24

Augusta Taurinorum



Benvenuta a te e a tutti i tuoi pelosi!
gattofaccina312.gif

Se vuoi presentarti e presentarceli nel dettaglio (anche con qualche foto)
puoi farlo qui!
http://www.gattolandia.com/portale/forum/i...php?showforum=2

Poi per tutti i dubbi sull'inserimento e/o la convivenza puoi chiedere, c'è gente che ne ha fatti molti....


--------------------
PBEmail gebruikerGebruikerMSN
Top
dolcetitty
  Inviato il: venerdì, 14 dicembre 2007 - 13:20
Citeer Bericht


Gattino
**

Group Icon

Messaggi: 160
Iscritto il: martedì, 20 novembre 2007 - 12:26

pozzo d'adda



ti ringrazio.....non sono pratica dei forum e per ora sono un pò persa!!!!
grazie anche dai miei tesori!!! bighug.gif


gattofaccina349.gif
PBEmail gebruiker
Top
dorga
Inviato il: lunedì, 17 dicembre 2007 - 11:03
Citeer Bericht


Ipergatto
*******

Group Icon

Messaggi: 5137
Iscritto il: venerdì, 14 settembre 2007 - 11:56

PD



bello ed utile questo post!

cosa si fa però se si hanno anche dei cani ? gattofaccina258.gif

noi siamo state molto fortunate:

vale ha portato a casa zorba quando c'era hook, che inizialmente era un po' inXXzzato poi è diventato il suo inseparabile fratellone.

poi abbiamo portato a casa le bine (i cani) da cucciole piccolissime e hook le studiava, ogni tantoo le allontanava ...zorba ci giocava..ma poi amici e associati a delinquere cshy.gif

quando abbiamo portato a casa harlock e trilly i cani li hanno accolti benissimo, loro amano giocare coi mici, zorba ha fatto il difficile per meno di una settimana ...trilly ha fatto la timida per 3 giorni ...harlock il burbero per un mesetto ...ma ora sono tutti uniti contro di noi gattofaccina109.gif


--------------------
Kalì*Attila*Alice*Arwen*Artemisia*Il Mucca*Harlock*Pablo*Gipsy*Amelie*Pimpa

Bia*Zorba*Maia*Heidi*Trilli*Ciccia*Homer


user posted imageBONNI*SHIRA*HOOK*MARTINA*LAMU*KINDER*SISSI*FONZIE*CIACKY*MARGEuser posted image


user posted image
PBEmail gebruikerGebruiker
Top
massimino
Inviato il: mercoledì, 19 dicembre 2007 - 09:35
Citeer Bericht


Supergattone
******

Group Icon

Messaggi: 4424
Iscritto il: giovedì, 26 maggio 2005 - 08:24

Augusta Taurinorum



Per chi avesse dubbi sugli inserimenti può a chiedere a me, vi dico come farei io, poi voi fate il contrario e siete a posto... faccina500.gif


--------------------
PBEmail gebruikerGebruikerMSN
Top
miciottaluna
Inviato il: martedì, 10 giugno 2008 - 07:40
Citeer Bericht


Supergattone
******

Group Icon

Messaggi: 3897
Iscritto il: venerdì, 16 maggio 2008 - 10:30

padova



ho letto solo oggi questo post..devo dire...complimenti, veramente ottimo!!! io ho provato l'inserimento tra un micio adulto, micio unico di due anni e mezzo e la new entry di sesso opposto di tre mesi...è stato un incubo per il primo mese e mezzo.......la grande non ne voleva sapere, soffi, morsi, graffi...si sono fatti anche molto male..abrasione alla cornea da graffio!...non è stata una scelta ponderata, il piccolino è arrivato all'improvviso nella nostra vita, è stato trovato per la strada prima di Natale e non lo potevo lasciare li......devo dire però che è stato difficile....ancora oggi dopo quasi 6 mesi, ci sono dei momenti in cui la micia si isola e lascia giocare il piccolino...ma vederla quando lo lava mentre lui dorme....è bellissimo!!!!però se Romeo non capitava così all'improvviso penso che avremmo valutato per una coetanea della nostra Cleopatra, perchè lei è una miciona tranquilla e riservata...Romeo invece è un furfante che ne fa di tutti i colori....l'importante però è che adesso si vogliono bene!!!!! gattofaccina466.gif


--------------------
Carta d'identità:
Cleopatra
*Romeo *
Matisse

user posted image

A DISTANZA
PBEmail gebruiker
Top
miaolinda
Inviato il: martedì, 10 giugno 2008 - 09:18
Citeer Bericht


Supergattone
******

Group Icon

Messaggi: 3201
Iscritto il: mercoledì, 30 marzo 2005 - 17:31





diciamo che bisogna dare loro il tempo di cui necessitano, rispettando il fatto che hanno i loro caratteri e le loro inclinazioni.

Tigro è molto indipendente e Pingu cerca sempre compagnia e gioco.
ogni tanto vola qualche soffio del tigrone, ma poi Pingu è talmente coinvolgente e inventa sempre giochi nuovi, che il culone non resiste e si lascia coinvolgere : gattofaccina258.gif

poi in alcuni momenti anche le leccatine diventano reciproche cluv.gif ...e il nostro cuore gattofaccina328.gif gattofaccina328.gif gattofaccina328.gif esulta

Messaggio modificato da miaolinda il martedì, 10 giugno 2008 - 09:19


--------------------
Il paradiso non sarà mai tale, se non ci saranno i miei gatti ad attendermi.

Carta d'identità:
Tigro


Carta d'identità:
Pingu
PBEmail gebruiker
Top
mikedirnt
Inviato il: domenica, 07 dicembre 2008 - 17:33
Citeer Bericht


Sfigatto


Group Icon

Messaggi: 4
Iscritto il: domenica, 07 dicembre 2008 - 12:51





ciau mi chiamo danilo,
ho un gattino europeo di tre mesi circa(tt mi dicono che sembra un certosino XD)
vorrei adottare un altro micio della sua stessa eta per fargli compagnia,per quanto riguarda il carattere non avrei scelta perchè sono del sud e fino ad ora non ho trovato gattili in calabria.quindi non appena trovero un gattino lo prendero a prescindere dal suo carattere.
secondo voi come andrebbe a finire l inserimento del new micio?sarebbe dura?vi dico qualcosa su pablo(il mio gattino XD): da noi si lascia avvicinare quasi sempre,,dorme con me nel lettino,il pome mi aspetta o sul letto o sulla sedia del pc e poi viene in braccio a me.quando vengono estranei in casa spesso va sotto al letto,pero oggi per esempio ha visto er la prima volta mio cugino.pablo è sceso dal letto,stava per andarci sotto ma si è fermato li.poi è ritornato sul letto e si è accovacciato,mio cugino l ha accarezzato e lui è rimasto tranquillo tranquillo...
PBEmail gebruiker
Top
morfeo
Inviato il: mercoledì, 28 ottobre 2009 - 21:53
Citeer Bericht


Sfigatto


Group Icon

Messaggi: 11
Iscritto il: mercoledì, 28 ottobre 2009 - 21:19





Ciao.
Scusatemi da subito: sarò lunghissimo...

Sono "Morfeo", mi sono iscritto al forum 5 minuti fa e sono già qui che vi stresso.
Mi dispiace, ma non voglio nascondere che sono qui alla ricerca di uno o più consigli.
Il fatto che io viva da quasi 6 anni con una Micia che adoro quasi quanto la mia vita (non esagero, so che mi capite) e che non frequenti da almeno 5 anni forum a tema gattofilo, la dice lunga sulla mia situazione di ansia e, ripeto, non voglio nascondere che è stato il bisogno a farmi cercare questo forum.

Ho letto il post iniziale - stupendo! - di questa stanza... e mi sono reso conto di aver praticamente sbagliato TUTTO.
E, devo dire, che da diversi giorni sto proprio male. male sul serio.
Non sono un ragazzino - ho 49 anni - e per quanto sia una persona parecchio (ma parecchio...) emotiva, sono pur sempre un adulto razionale e, credo..., sano di mente.
Ok, cerco di essere più sintetico. (Ma non ci riuscirò)

Da tempo si discuteva con il mio compagno (eh già... spero non ci siano omofobi/e qui) di prendere una compagnia alla Micia.
Ovviamente entrambi terrorizzati (più io, devo dire).
E, sempre io (scemo) ero anche quello che insisteva di più.
Micia ha un carattere un po' schivo e del mio amore per lei vi ho già detto.
Il mio compagno, tre anni fa, se l'è trovata già "nel pacchetto", cioè se voleva me, prendeva anche lei, sennò niente ccool.gif
Lui non è un gattofilo e non si è mai affezionato "morbosamente" a Micia: le vuole bene, la coccola, la sgrida quando deve (cioè mai: non è una gatta, è una santa!!! Non ha MAI rotto niente, MAI fatto un guaio o un danno), ma insomma, la Micia è - diciamo - la mia Micia.

E dài, la prendiamo un'altra micina che così fa compagnia alla Micia? E dài e dài e dài, alla fine riesco a convincerlo perché una mia capa ha una gattina di un anno, già sterilizzata ed ex-mamma, trovatella, che non può (non vuole) tenere.

Ok, la prendiamo, sennò finisce in un gattile.

E' carina da matti! Ed è grande la metà di Micia.

Da quando è entrata in casa, la mia/nostra vita è (ovviamente) cambiata e noi due, noi due umani intendo, stiamo sbagliando TUTTO...
Litighiamo anche tra noi...
...e confesso che sono pentito (lo ammetto, anche se so bene di non farci una gran bella figura...) di aver preso la Micina.

In sintesi (...) la Micina nuova è un demonietto (adorabile, sia chiaro. Ma sempre un demonietto resta) che si fa le unghie sul divano e se la sgridi ti fissa negli occhi e se le fa ancora di più; la Micia è TERRORIZZATA da questa robina pelosa che le mangia TUTTA la pappa, fa i bisogni in entrambe le lettiere, le salta addosso e la mena, le ruba la cuccia, la tormenta in tutti i modi.

La Micia è ovviamente infelice (e anch'io, che ormai ho già detto quanto la ami), è abbacchiata, mangia quasi più niente, si è persino ammalata (sospetto sia psicosomatica, e non sto certo facendo dell'ironia), io non dormo più un tubo visto che la Micina la notte piange delle ore (le chiudiamo entrambe fuori dalla camera perché sennò la Micina ci corre addosso e ci vengono le crisi isteriche) e, scusatemi ma DEVO dirlo sennò la mia iscrizione al forum è inutile, ho i nervi a fior di pelle e, vi prego davvero, se potete, di perdonarmi, ... spesso la Micina si prende delle ciabattate sul sedere. Anche abbastanza forti.
Mi faccio schifo da solo, ma me le tira proprio dalle mani, anche perché dormendo poco ed essendo carico di ansia, scatto come una molla.

OVVIAMENTE ho/abbiamo super-sbagliato a prendere un'altra Micina: primo perché è evidente non siamo in grado di gestire l'ansia, secondo perché evidentemente sono TROPPO morbosamente attaccato alla Micia (grande) e quindi quando la vedo aggredita, vessata, infelice, crollo e reagisco male.

Prima di scrivere questo post, la Micina... era chiusa fuori in balcone da mezz'ora, dopo che si era presa tre ciabattate forti sul sedere, dopo l'ennesima aggressione alla Micia...
Ovvio che non sono aggressioni letali: lo fa per dominare e la Micia è remissiva per carattere, quindi non reagisce, quindi si sottomette e i risultati sono... quelli che vi sto descrivendo e che mi stanno riducendo a un fascio di nervi.

Il post splendido con cui si apre questa discussione mi ha fatto sentire una cacca, visto che ho fatto esattamente il CONTRARIO di quello che avrei dovuto fare...

Scusate lo sfogo e vi prego se avete dei consigli (sgridatemi pure, so di meritarmelo) di regalarmeli, perché sto seriamente pensando di dare via la Gattina.

E forse mi darete proprio quel consiglio, di dare via la Gattina, perché da quando è entrata in casa siamo tutti - lei compresa - infelici.

Scusate lo sfogo, so di non avere il dono della sintesi, SO di stare usando questo forum per un bisogno personale, ma credetemi, non sono qui per spammare o rompervi le scatole o sparire dopo i vostri consigli, anzi credo di avere un disperato bisogni di interagire continuativamente con persone che ne sanno di gatti molto più di me.

Scusatemi ancora e grazie per qualsiasi cosa possiate consigliarmi.

Un abbraccio triste ma sincero.

"Morfeo"

Messaggio modificato da morfeo il mercoledì, 28 ottobre 2009 - 21:55
PBEmail gebruiker
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

OnderwerpoptiesPagine: (3) [1] 2 3  Reageren op onderwerpStart nieuw onderwerpStart poll

 

 


MKPortal M1.1 Rc1 ©2003-2005 All rights reserved
0.0789 11